22 febbraio 2022 ore: 16:50
Economia

A Bologna ha aperto i battenti la quarta cucina popolare

Prima giornata di lavoro per la Cucina popolare Savena. Un’apertura dopo 3 anni di lavoro e di relazioni con il quartiere e con le realtà locali. Consegnati circa 50 pasti a famiglie numerose in condizioni di fragilità economica e sociale

BOLOGNA - La Cucina popolare Savena ha aperto i battenti. C'è il container-magazzino, c'è la cucina, ci sono le cuoche e i cuochi guidati dal presidente e chef Giovanni Melli, ci sono volontarie e volontari: così a partire da oggi, martedì 22 febbraio, la quarta Cucina popolare ha iniziato a preparare i pasti per l'asporto: si sono consegnati circa 50 pasti agli ospiti, in questa realtà soprattutto famiglie numerose con fragilità economica e sociale.
“Insomma si è partiti un po' in sordina per calibrare per bene le forze e l'offerta, come per altro abbiamo fatto con le altre tre Cucine popolari  Battiferro, Italicus, Saffi”, affermano i promotori.

E continuano: “Certo, non è l'apertura in ‘pompa magna’ - questa la faremo quando avremo calibrato per bene quello che stiamo facendo - ma apriamo finalmente dopo tre anni di lavoro e di relazioni con il Quartiere, con il Comune (proprietario degli immobili), con il Circolo Sociale e Culturale Villa Paradiso, con le tante volontarie e i tanti volontari che si sono prodigati ed hanno anche lavorato in questi anni per supportare, con derrate alimentari consegnate a domicilio, le famiglie in difficoltà”
© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news