4 marzo 2015 ore: 15:48
Economia

A Fa' la cosa giusta! il battesimo di "Freedhome", brand di economia carceraria

L'iniziativa di dieci cooperative che coinvolgono detenuti con l'obiettivo di creare punti vendita di prodotti realizzati in carcere. La presentazione alla fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili (Milano, 13-15 marzo)
Fa' la cosa giusta! 2014

MILANO - È una parola da imparare e ricordare: "Freedhome". Ed è il nuovo brand con cui si presentano a Fa' la cosa giusta! una decina di cooperative che coinvolgono detenuti ed ex detenuti, realizzando prodotti di artigianato o vere e proprie prelibatezze, come i torroni con mandorle e pistacchi o i biscotti. Nelle intenzioni di queste cooperative, "Freedhome" dovrebbe diventare il brand di una catena di negozi che vendono prodotti dell'economia carceraria. "Proprio in fiera ci incontreremo per definire il percorso che ci porterà a fare delle iniziative commerciali insieme -spiega Marco Girardello, della cooperativa Banda Biscotti-. L'obiettivo è quello di creare dei punti vendita, come già è stato fatto a Verbania con un temporary shop sotto Natale e a Torino, dove invece c'è un vero e proprio negozio. Visto il successo che hanno pensiamo sia un'esperienza replicabile anche in altre città".

Le dieci cooperative lavorano con i detenuti delle carceri di S. Stefano Belbo (Cn), Verbania, Genova, Gravina in Puglia (Ba), Pozzuoli, Siracusa, Torino, Novara, Venezia e Ragusa. A Fa' la cosa giusta! ciascuno ha il suo stand, ma sotto il marchio Freedhome gestiranno uno dei punti ristoro della fiera.
Fa' la cosa giusta!, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, si svolgerà a Milano negli storici padiglioni di Fieramilanocity(dp), dal 13 al 15 marzo, ed è organizzata da Terre di mezzo eventi. (dp)

© Copyright Redattore Sociale