14 novembre 2019 ore: 11:40
Non profit

A Padova la Giornata nazionale della generatività sociale

Dopo tre edizioni a Milano, sarà la Capitale europea del volontariato 2020 ad ospitare l’evento dal titolo “Transizioni. Imparare a muoversi in un nuovo ambiente”. Alecci, presidente del Csv di Padova: “Giornata ci offrirà uno sguardo inedito sulle possibilità di un nuovo modello di sviluppo relazionale”
transizioni

ROMA - Dopo le prime tre edizioni milanesi, sarà Padova, Capitale europea del volontariato 2020, ad ospitare sabato 23 novembre la nuova Giornata della generatività sociale 2019. A darne notizia il Centro servizio volontariato provinciale di Padova. L’appuntamento, che punta a far incontrare coloro che desiderano contribuire ad un nuovo sviluppo per le loro organizzazioni, territori, comunità, e più ampiamente per l’intero Paese, avrà come titolo “Transizioni. Imparare a muoversi in un nuovo ambiente”.

“Obiettivo della giornata è provare a formulare una agenda capace di traghettarci verso un nuovo modello di sviluppo e insieme stipulare nuove alleanze, per dare forza e sostanza ad un cambiamento sempre più urgente - spiega una nota del Csv di Padova -. Insieme a protagonisti del mondo culturale, scientifico, imprenditoriale verranno messi a tema tre grandi passaggi che richiedono nuovi mindset, categorie, logiche di azione”.

Tre le “transizioni” al centro della giornata. “Anzitutto la transizione ecologica, che richiama i grandi temi dell’ambiente e delle risorse, ma anche la qualità della vita di persone e territori - aggiunge la nota del Csv -. La seconda transizione è quella organizzativa e avrà come focus il lavoro, l’intrapresa e la formazione. L’attenzione andrà sulla necessità di un nuovo paradigma orientato a far crescere e valorizzare persone e competenze, superando un approccio estrattivo e strumentale. Infine, si parlerà di transizione comunitaria, dove l’attenzione sarà posta sui beni comuni e sui loro possibili modelli di governance quale volano di una nuova crescita territoriale caratterizzata da nuove alleanze tra attori sociali diversi”.

Tra gli ospiti della giornata Johnny Dotti, pedagogista e imprenditore sociale; Walter Ganapini del Comitato scientifico dell’Agenzia europea dell’ambiente;  Corrado Passera, Illimity; Mauro Magatti, Università Cattolica di Milano e  Carola Carazzone, Assifero. “Padova Capitale Europea del Volontariato rappresenta una opportunità unica per mettere a tema la questione del legame sociale, per ripensare a cosa, oggi, unisce le persone che vivono uno stesso territorio e che le rende pensabili nei termini di comunità – spiega Emanuele Alecci, presidente del Centro Servizio Volontariato provinciale di Padova -. Questa intensa giornata ci offrirà uno sguardo inedito sulle possibilità di un nuovo modello di sviluppo relazionale, alla base di un nuovo sviluppo economico e sociale”.

Il lavoro condotto in questi anni attorno alla generatività sociale, continua la nota del Csv, ha portato infatti a disegnare “un’alternativa possibile: un modello di sviluppo che definiamo “sostenibile e contributivo”. È sostenibile e contributivo perché pensa la possibilità di un mondo sostenibile a partire da un desiderio vivo e vitale di persone, imprese, organizzazioni di essere parte e “contribuire” con la propria originale dotazione alla promozione di una vita buona e piena per tutti”. L’evento è gratuito e aperto a tutti gli interessati previa iscrizione.

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news