16 settembre 2021 ore: 15:29
Immigrazione

A Torino 21 rifugiati trovano lavoro come assistenti familiari

Hanno seguito un corso di formazione specifico e sono stati assunti da un'agenzia interinale. Tra le nozioni, anche quelle di supporto psicologico in particolari patologie, come Alzheimer e demenza senile. Accolti dalla cooperativa Progetto Tenda e dalla Croce Rossa Italiana di Settimo Torinese

TORINO – Hanno seguito un corso di formazione di un mese e stanno per iniziare il lavoro di assistente familiare. Per 21 rifugiati, accolti dalla cooperativa Progetto Tenda e dalla Croce Rossa Italiana di Settimo Torinese, sta iniziando un nuovo capitolo della loro vita lavorativa. Sono stati assunti con un contratto di somministrazione da Family Care, agenzia per il lavoro specializzata nell’assistenza familiare, controllata da Openjobmetis. Sandra, Gaston, Maureen, Desmond, Endurance, Chantal, Faith, Haroon e Selamawit sono i nomi di alcuni dei rifugiati, di età tra i 25 e i 42 anni, che hanno seguito per un mese, dal lunedì al sabato, per 8 ore al giorno il corso su movimentazione, igiene e alimentazione degli anziani, oltre che nozioni di supporto psicologico per la relazione con soggetti affetti da particolari patologie come Alzheimer e demenza senile.

“L’Italia ha dato loro una nuova chance e noi di Family Care, insieme agli amici del Progetto Tenda e alla Croce Rossa Italiana, abbiamo restituito loro quella dignità che solo il lavoro è in grado di dare”, commenta Luca Rovera, consulente per l’assistente familiare per le filiali Family Care di Ivrea e Torino.

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news