16 febbraio 2017 ore: 14:26
Immigrazione

Accesso dei cittadini stranieri al pubblico impiego, il garante Marche scrive ai comuni

Incontro tra il Garante dei diritti, Andrea Nobili, ed il presidente di Anci Marche, Maurizio Mangialardi. Nota alle amministrazioni comunali al fine di attivare una corretta formulazione dei bandi, evitando il rischio di discriminazioni
Migranti, lavoro, call center, computer

ANCONA - Alla luce delle segnalazioni pervenute nell'ambito del contrasto alle discriminazioni, il Garante dei diritti delle Marche, Andrea Nobili, ha incontrato il presidente dell'Anci Marche, Maurizio Mangialardi, per affrontare la questione relativa all'accesso dei cittadini stranieri al pubblico impiego, in base a quanto previsto dalla legge nazionale n. 97 del 2013.

Per il Garante, infatti, “è necessario sensibilizzare la pubbliche amministrazioni al rispetto della norma, tramite la declinazione di bandi che riconoscano la possibilità di partecipazione anche ai cittadini extracomunitari, che abbiano il possesso dei requisiti richiesti dalla normativa vigente”.
Al termine dell’incontro Mangialardi e Nobili hanno definito un accordo sulla base del quale l'Anci Marche inoltrerà una nota alle amministrazioni comunali, al fine di  attivare una corretta formulazione degli stessi bandi, evitando il rischio di  adottare provvedimenti  che abbiano caratteristiche di natura discriminatoria. 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news

in calendario