17 maggio 2016 ore: 15:48
Famiglia

Adozioni, 2.211 minori hanno trovato famiglia in Italia

La Commissione adozioni internazionali anticipa i dati del biennio 2014-2015 e annuncia uno "studio approfondito". Nel 2015 sono 2.211 i minori che hanno trovato una famiglia in Italia, 5 in più (lo 0,23%) rispetto al 2014 quando erano 2.206
Bambini disabili in adozione

ROMA - L’Italia è il “primo paese di accoglienza in Europa per numero di minori adottati e secondo al mondo dopo gli Stati Uniti”: lo sottolinea la Commissione adozioni Internazionali che anticipa i dati del biennio 2014-2015. Nel 2015 sono 2.211 i minori che hanno trovato una famiglia in Italia, 5 in più (lo 0,23%)  rispetto al 2014 quando erano 2.206  (2.825 nel 2013 ). Segnalein controtendenza rispetto al calo delle adozioni internazionali di tutti gli altri Paesi di accoglienza”, sottolinea la Commissione che annuncia uno studio approfondito “che esamina analiticamente la situazione delle adozioni internazionali portate a compimento dalle famiglie italiane, comparando i dati italiani con quelli di altri paesi e analizzando i contesti dei singoli Paesi di origine, sia in riferimento ai cambi di legislazione sia alle mutate condizioni politiche e sociali”. Nel 2015 sia gli Stati Uniti che la Francia (unici dati disponibili) hanno subito un calo delle adozioni rispetto all'anno precedente, rispettivamente, del 12,3% e del 23,8%.

Nella tabella: il numero di minori adottati da ciascun Paese. Dati Commissione per le adozioni internazionali, 2016
Adozioni internazionali (CAI maggio 2016)

Nei mesi scorsi 27 enti autorizzati e 33 associazioni familiari avevano lanciato l’allarme in una lettera aperta al Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e ai ministri del governo perché “estremamente preoccupati per quel sistema-Italia, faticosamente costruito negli anni, riconosciuto e apprezzato dalla comunità internazionale che è ormai entrato in una crisi che sembra non avere fine, mentre meriterebbe qualità ed efficienza”.

Il 10 maggio il premier ha attribuito al ministro per le Riforme e i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, le deleghe per le pari opportunità e le adozioni internazionali.  La Commissione da due anni era presieduta dalla vicepresidente della Cai, Silvia Della Monica, che ora manterrà la vicepresidenza. L’ultimo ministro a ricoprire l’incarico di presidente della Commissione è stata Cécile Kyenge nel 2013. In questi due anni sulla questione sono state presentate 58 tra interpellanze e interrogazioni.

© Copyright Redattore Sociale