16 maggio 2016 ore: 15:59
Famiglia

Adozioni, Orlando: la legge parla chiaro, è il giudice che decide

Il ministro risponde durante l'audizione in commissione Giustizia sul tema adozioni ed affido.A chi gli chiede ''lumi'' anche alla luce dell''approvazione della legge sulle unioni civili, il guardasigilli risponde: "Non compete al governo dare indicazioni ai magistrato"
Adozioni internazionali, madre e piedi di bambino nero

ROMA - "Siamo in un campo in cui la legge chiede al giudice di apprezzare il caso concreto. La legge non da' una soluzione che prevede un automatismo ma da' al giudice il compito di di valutare quale sia la soluzione migliore "per assicurare la continuita'' affettiva al minore e questo esclude qualsiasi modello di giudice ''bocca della legge", perche'' e'' la legge che dice che il giudice che decide". Lo dice il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, rispondendo alle domande fatte dai deputati durante l''audizione in commissione Giustizia alla Camera sul tema adozioni ed affido. A chi gli chiede ''lumi'' anche alla luce dell''approvazione della legge sulle unioni civili per il riconoscimento delle coppie omosessuali, il guardasigilli risponde: "Io credo che non competa al governo dare indicazioni ai magistrati su come addivenire alle sentenze, se il governo intende addivenire a questo ha strumenti per farlo che sono criteri piu'' stringenti, il campo pero'' non mi sembra che si presti a questa possibilità" (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale