21 settembre 2015 ore: 13:41
Salute

Alzheimer, Mattesini: ricerca e prevenzione a sostegno di malati e famiglie

Roma - "Oggi e' la 'Giornata Internazionale del malato di Alzheimer', la malattia piu' diffusa tra le forme di demenza, con quasi 1 milione e 250 mila di malati in Italia e circa 46 mln nel mondo. Ogni 3 secondi, nel mondo, una persona si ammala per...
Alzheimer mano con ombra di volto

Roma - "Oggi e' la 'Giornata Internazionale del malato di Alzheimer', la malattia piu' diffusa tra le forme di demenza, con quasi 1 milione e 250 mila di malati in Italia e circa 46 mln nel mondo. Ogni 3 secondi, nel mondo, una persona si ammala per demenza e l'Alzheimer ne e' la forma piu' comune ( 60% di tutti i casi di demenza). E' necessario che la ricerca scientifica sulle cause si sviluppi ulteriormente, cosi' come e' altrettanto importante che nella programmazione socio-sanitaria e nella organizzazione dei servizi, anche domiciliari e residenziali, si tenga conto della necessita' di presa in carico delle persone affette da patologie neurologiche con deficit enormi e del sostegno alle famiglie dei malati". Lo afferma la senatrice del Pd Donella Mattesini della commissione Sanita'.

"Nella scorsa legge finanziaria- ricorda Mattesini- abbiamo riattivato il Fondo per la non autosufficienza, completamente azzerato dai governi di centrodestra, continueremo a lavorare affinche' nella prossima Legge di stabilita' si trovino le risorse aggiuntive necessarie ad affrontare il problema della cronicita' che, dato l'invecchiamento della popolazione, sta diventando anche nel nostro Paese una vera emergenza. Non va pero' dimenticata l'importanza della prevenzione che puo' ritardare l'insorgere di malattie legate alla demenza e ad altre patologie neurovegetative mantenendo attivi i nostri anziani e riconoscendo un alto valore sociale al ruolo che svolgono nella comunita'. Sempre nell'ambito del monitoraggio dei malati di Alzheimer voglio sottolineare l'importanza del protocollo per la geo localizzazione delle persone scomparse affette da gravi patologie neurodegenerative che sara' firmato oggi al Viminale d'intesa tra il ministero dell'interno,il commissario straordinario del governo per le persone scomparse, il Ministero della Salute e il Ministero del Lavoro. Ben venga ogni nuovo strumento che puo' rivelarsi utile ad alleviare la sofferenza di chi e' affetto da una grave malattia come l'Alzheimer, Bisogna continuare su questa strada", conclude Mattesini.(DIRE)

© Copyright Redattore Sociale