22 ottobre 2021 ore: 11:22
Ambiente

Ambiente, a Lucca 5mila borracce nelle scuole

Cinquemila borracce in alluminio raffiguranti un simbolo chiamato "#LaFontedelFuturo" sono state consegnate ad altrettanti studenti di sette istituti superiori del comune di Lucca

LUCCA - Cinquemila borracce in alluminio raffiguranti un simbolo chiamato "#LaFontedelFuturo" sono state consegnate ad altrettanti studenti di sette istituti superiori del comune di Lucca. Grazie a queste borracce i giovani potranno diminuire il consumo di bottiglie di plastica monouso e sensibilizzare gli amici e le loro famiglie verso comportamenti ambientalmente responsabili.
Ad essere coinvolti sono stati tutti gli studenti di sette scuole appartenenti a tre Istituti da cui è nata la richiesta di impegno per diminuire la produzione di rifiuti nelle attività scolastiche: il Polo Scientifico Tecnico Professionale "E. Fermi - G. Giorgi", l'I.I.S. "Carrara - Nottolini - Busdraghi" e il Liceo Scientifico Vallisneri. Proprio al Vallisneri si è tenuta a fine mattinata di oggi (giovedì 21 ottobre) la conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa nel corso della quale una rappresentanza degli studenti ha ricevuto le borracce alla presenza anche dei dirigenti scolastici del Vallisneri, Maria Rosaria Mencacci, del I.I.S. Alessia Bechelli e della prof.ssa Paola Paoli in rappresentanza del dirigente Massimo Fontanelli del Polo Scientifico Tecnico Professionale. Presente anche la prof.ssa Laura Nieri, ex docente dell'Agrario, che in questi anni ha collaborato al progetto. 


A consegnare le borracce durante la mattinata alle sette scuole dei tre istituti sono stati i rappresentanti degli enti che hanno realizzato, insieme ai dirigenti scolastici e agli insegnanti, il progetto: per il Comune di Lucca gli assessori Francesco Raspini e Valentina Simi; per Geal, l'azienda che gestisce il servizio idrico integrato nel comune di Lucca, il presidente Giulio Sensi, l'amministratore delegato Salvatore Pipus e il consigliere Alessio Ciacci; per Sistema Ambiente, l'azienda di igiene urbana, la consigliera Silvana Sechi. Insieme a questi enti un importante contributo è stato dato dal Consorzio Nazionale Imballaggi Alluminio (Cial) che ha sostenuto e favorito l'iniziativa sul territorio lucchese. 

 

I rappresentanti del Comune, di Geal e di Sistema Ambiente hanno incontrato nel corso della mattinata i rappresentanti dei 5.000 studenti all'interno delle sette scuole per condividere con loro lo spirito e gli obiettivi dell'iniziativa nata prima della pandemia e giunta adesso a completa realizzazione. "Un progetto - hanno ricordato nel corso degli eventi di consegna che si sono susseguiti - nato in profonda condivisione con dirigenti scolastici, insegnanti e studenti: grazie a questa borraccia i giovani hanno in mano un altro strumento per contribuire a invertire la rotta del cambiamento climatico e costruire un futuro sostenibile". A creare il nome "La Fonte del Futuro" sono stati quattro studenti del Busdraghi di Mutigliano: Francesco Mario Carli, Francesco Cosimo Sibilla, Lisa Venturi e Samuele Patalani. Anche loro hanno partecipato, insieme alla dirigente Bechelli, alla conferenza stampa raccontando come è nata l'idea. Idea recepita da Geal che ha creato il logo e il titolo che caratterizza anche l'immagine dei fontanelli di acqua di alta qualità realizzati già in quattro quartieri e in fase di realizzazione in altrettante zone del territorio. L'evento di consegna delle borracce fa parte del programma nazionale del "Festival dello Sviluppo sostenibile" che l'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) organizza per sensibilizzazione sui temi dell'Agenda 2030 e a cui il Comune di Lucca ha aderito. 

 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news