12 dicembre 2017 ore: 11:49
Non profit

Amministratori di sostegno volontari: torna la formazione del comune di Roma

Affiancare e tutelare le persone non autosufficienti nelle attivita' della vita quotidiana e negli atti di ordinaria amministrazione in collaborazione con i servizi sociosanitari. E' la funzione assolta dagli amministratori di sostegno volontari che...

Affiancare e tutelare le persone non autosufficienti nelle attivita' della vita quotidiana e negli atti di ordinaria amministrazione in collaborazione con i servizi sociosanitari. E' la funzione assolta dagli amministratori di sostegno volontari che, fino al 19 dicembre, potranno presentare domanda di partecipazione al VII corso di formazione attivato ad hoc. L'iniziativa del comune di Roma viene promossa dopo tre anni di assenza. Sono gia' piu' di 60 le domande pervenute.

Per accedere al corso e' necessario:
- aver svolto almeno 1 anno di volontariato (certificato) presso un'associazione di riferimento;
- aver maturato esperienze di volontariato individuali e personali non riconducibili a specifiche forme di associazionismo, che saranno valutate da un'apposita commissione. Il corso, attuato e coordinato dal dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarieta' e Salute, fornira' ai partecipanti le conoscenze giuridiche e tecniche di base e iniziera' giovedi' 11 gennaio 2018.

L'amministratore di sostegno puo' essere designato dallo stesso interessato, in previsione della propria eventuale futura incapacita', tramite un atto pubblico o scrittura privata autenticata. In assenza di documentazione, il giudice tutelare puo' designare, con decreto motivato, un amministratore di sostegno diverso con preferenza per il coniuge che non sia separato legalmente, la persona stabilmente convivente, il padre, la madre, il figlio o il fratello o la sorella. Il giudice tutelare puo', tuttavia, chiamare all'incarico di amministratore di sostegno anche altra persona idonea.

"Proseguono le nostre azioni a sostegno delle persone fragili. La formazione e' il perno su cui organizzare un sistema di qualita'. Per questo colmiamo un vuoto di tre anni nell'ottica di una sempre piu' avanzata integrazione sociosanitaria e della possibilita' di garantire efficacemente la continuita' assistenziale. Gli amministratori di sostegno si collocano in una posizione nodale all'interno dei servizi territoriali: e' quindi necessario che accedano figure in possesso delle adeguate conoscenze, a livello giuridico e sociale", sottolinea l'assessora alla Persona, Scuola e Comunita' solidale di Roma Capitale, Laura Baldassarre. (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news