20 dicembre 2023 ore: 12:03
Società

Iran, impiccata Samira, sposa bambina

Noury (AMnesty): "La sposa bambina che otto anni fa uccise il marito violento, è stata giustiziata questa mattina in Iran, subito dopo la preghiera dell'alba. E' la 18a donna messa a morte in Iran dall'inizio dell'anno, su un totale di circa 800 impiccagioni"
Iran Human Rights donne iraniane giustiziate

ROMA - Samira Sabzian, la sposa bambina che otto anni fa aveva ucciso il marito violento, è stata giustiziata questa mattina in Iran. Lo conferma tra gli altri Amnesty International in una nota. Riccardo Noury, portavoce in Italia dell'organizzazione internazionale, dichiara: "Come temevamo, Samira Sabzian è stata messa a morte oggi, dopo la preghiera dell'alba. La sposa bambina uccise, otto anni fa, il marito violento. È la diciottesima donna messa a morte in Iran, su un totale di 800 impiccagioni".
Noury osserva ancora: "Le leggi iraniane consentono matrimoni forzati e precoci già a partire dai 13 anni per le bambine". Inoltre le norme "non proteggono le donne dalla violenza domestica". Così, conclude, "quando le donne si ribellano, vengono uccise".

Per fare luce sulle violazioni dei diritti umani in Iran e dare sostegno al movimento di protesta, a dicembre due donne iraniane sono state insignite di prestigiosi riconoscimenti: l'attivista Narges Mohammadi, attualmente incarcerata, ha ricevuto il Premio Nobel per la pace, mentre a Mahsa Jina Amini, la studentessa di 22 anni morta in custodia della polizia morale nel settembre 2022, il Parlamento europeo ha conferito il Premio Sakharov per la libertà di espressione. (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news