24 febbraio 2021 ore: 17:17
Welfare

Anziani, disabili, scuola: a Firenze scattano i buoni su taxi e Ncc

Pe l'iniziativa, rivolta alle categorie fragili, al personale sanitario, scolastico e agli studenti il comune stanzia 764 mila euro. Voucher da 100 euro a beneficiario

FIRENZE - Dopo averli annunciati, a Firenze arrivano i voucher su taxi e ncc, buoni sconto rivolti alle categorie fragili, al personale sanitario, scolastico e agli studenti. Per l'iniziativa, approvata in giunta dopo il lavoro congiunto dell'assessore al Bilancio e alle Attività economiche, Federico Gianassi, e dell'assessore al Welfare, Sara Funaro, il Comune stanzia 764.000 euro, risorse arrivate dal governo.

Con l'emergenza Covid in corso, l'obiettivo dell'operazione è quello di promuovere e sostenere spostamenti in sicurezza su taxi e mezzi a noleggio con conducente, con buoni validi fino al 30 giugno. Entro marzo, quindi, sarà pubblicato nella rete civica un link a cui gli interessati e gli aventi diritto potranno candidarsi per i voucher (con autocertificazione online). E coloro che ne potranno beneficiare saranno avvertiti così da poter ritirare il carnet (con Palazzo Vecchio che controllerà successivamente, anche a campione).

A beneficiarne potranno essere i residenti, ovvero tutti quelli sopra i 65 anni di età; i disabili; le donne incinte. Inoltre potranno farne richiesta farmacisti, medici, infermieri, oss, asa, tecnici e operatori sanitari; il personale scolastico docente e non docente; gli studenti. A loro verranno concessi i buoni per un valore complessivo di 100 euro, spendibili per coprire fino al 50% della spesa sostenuta e, comunque, non sopra i 20 euro per ciascun viaggio (mentre la quota non coperta dovrà essere saldata direttamente in taxi o in ncc). Dopo l'iscrizione saranno consegnati 20 buoni, del valore di 5 euro ciascuno, cumulabili.

"Con i voucher vogliamo promuovere e sostenere l'utilizzo del servizio taxi e noleggio con conducente nel periodo dell'emergenza sanitaria ed aiutare negli spostamenti le persone fragili e quelle che meritano attenzione e protezione alleggerendo il carico su bus e tramvia". Lo strumento, inoltre, "aiuta anche categorie del servizio pubblico oggi in grande difficoltà per la crisi come taxi e ncc", spiega Gianassi.

"Grazie a questa collaborazione anziani e disabili avranno un'ulteriore risposta per muoversi in città, mentre studenti, insegnanti e personale sanitario avranno un'opportunità in più per raggiungere la scuola e il posto di lavoro. Gli anziani e i disabili, insieme al mondo della scuola, sono tra le fasce più colpite dall'emergenza Covid e come amministrazione siamo al loro fianco", sottolinea Funaro. (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news