16 agosto 2017 ore: 13:55
Welfare

Arrivano a Modena 70 milioni per anziani e disabili

Una boccata d'ossigeno per il welfare modenese. Superano infatti i 65 milioni di euro i fondi della Regione destinati al territorio per i servizi a sostegno di anziani non autosufficienti e disabili, a cui si si aggiungono le risorse...

Reggio Emilia - Una boccata d'ossigeno per il welfare modenese. Superano infatti i 65 milioni di euro i fondi della Regione destinati al territorio per i servizi a sostegno di anziani non autosufficienti e disabili, a cui si si aggiungono le risorse previste dal fondo nazionale per la non autosufficienza (integrato da risorse regionali). In totale sono cosi' disponibili nel 2017 per Modena oltre 70 milioni, in linea con i fondi del 2016 e con aumento di quasi due milioni rispetto al 2015. La ripartizione delle risorse nei diversi distretti e' stata approvata nei giorni scorsi dalla Conferenza territoriale sociale e sanitaria della provincia di Modena, sulla base della popolazione oltre i 75 anni, la presenza di disabili, le percentuali di spesa dell'anno precedente e i preventivi presentati dai distretti stessi.

Scorrendo la lista emerge cosi' che oltre 44 milioni sono destinati alle attivita' rivolte agli anziani sulla base dei dati demografici (gli over 75 sono oltre 82.000 e gli over 85 sono quasi 26.000), oltre 17 milioni per i disabili e un milione e mezzo per le disabilita' gravi come la Sla. In dettaglio al Comune capoluogo sono assegnati oltre 18 milioni, quasi 10 milioni ciascuno ai distretti di Carpi e Sassuolo, oltre 8 milioni per Mirandola e Vignola, quasi 6 milioni per Castelfranco Emilia e oltre 4 milioni per Pavullo.

 

"Sono risorse fondamentali- sottolineano Gian Carlo Muzzarelli e Alberto Bellelli, copresidenti della Conferenza- che, grazie all'impegno straordinario della Regione, rafforzano la rete dei servizi, migliorano la qualita' dei livelli di assistenza, aumentando anche le persone alle quali riusciamo a fornire l'assistenza necessaria".

Per Muzzarelli e Bellelli "la capacita' di fornire risposte sempre piu' adeguate alle esigenze della famiglie rappresenta una sfida fondamentale per il futuro, in presenza di una prospettiva di vita che si allunga grazie anche all'eccellenza dei nostri servizi sanitari".

(DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news