4 marzo 2015 ore: 10:14
Disabilità

Autismo, chiude la “stanza del silenzio degli innocenti”. E diventa biblioteca

L'impegno dell'amministrazione comunale di Valmontone, che ieri ha convocato la mamma dell'alunno disabile. “Ci hanno promesso che pagheranno 6 ore di terapia per Christian. E i terapisti entreranno con lui in classe, tenendolo insieme ai compagni”
Autismo, bambino solo su altalena

ROMA – Chiude la “stanza del silenzio degli innocenti”, in cui Christian, bambino autistico, passava quasi tutta la mattinata, solo con l'insegnante di sostegno, lontano dai suoi compagni. Il caso dell'istituto S. Anna (scuola primaria), rivelato da Redattore sociale la scorsa settimana, pare stia arrivando a un felice epilogo.

- “Ieri mi ha convocata il vicesindaco – riferisce Vanessa, la mamma di Christian, che aveva denunciato la situazione – promettendomi che la stanza sarà trasformata quanto prima in una biblioteca per tutta la scuola”. L'amministrazione comunale ha anche annunciato che “ci è stata riconosciuta la legge 162: in pratica, saranno garantite a Christian 6 ore di terapia, a carico dell'amministrazione stessa, con psicologi che poi staranno con lui a scuola, impegnandosi a tenerlo in classe. Certo – osserva Vanessa – 6 ore sono poche, ne servirebbero almeno 10. Ma ne discuteremo venerdì, alla riunione del Glh (gruppo lavoro handicap). Una delle terapiste – precisa Vanessa – sarà quella che seguiva con successo Christian a Ostia. Per noi, è una prima, grande vittoria”. (cl)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news