22 novembre 2002 ore: 19:13
Salute

Anche un corteo a Roma di associazioni e famiglie tra le iniziative Anlaids per la giornata mondiale

ROMA – “"In marcia lontano dall'Aids”: è lo slogan che accompagnerà una marcia, tre giorni di dibattiti e cortei per i diritti dei malati. Le iniziative, promosse dall’Anlaids e da molte altre associazioni romane e nazionali in vista della Giornata mondiale del 1° dicembre, sono state presentate stamattina in Campidoglio.
In occasione del suo primo incontro nazionale, il Gruppo nazionale delle persone sieropositive dell’Anlaids (Gnps) ha chiamato a raccolta dal 29 novembre ai 1° dicembre tutte le associazioni dei pazienti che operano in Italia, organizzando una marcia di protesta per il diritto all’assistenza. Hanno aderito 46 associazioni di malati, ma nel corteo ci saranno anche la Caritas, il Tribunale per i diritti del malato, il Movimento italiano casalinghe, la Consulta regionale femminile del Lazio, la Comunità Saman. Il corteo partirà sabato 30 novembre da piazza della Repubblica alle ore 15.30, per concludersi con un sit-in di fronte al ministero delle Finanze: destinazione “più che simbolica – dichiara Rosaria Iardino, rappresentante del Gnps -. Riteniamo che il nostro referente in questo momento non sia il ministro Sirchia, ma quella parte delle istituzioni che con i loro provvedimenti riducono la salute dei cittadini semplicemente a un costo e non a un diritto”.
Iardino esprime la sua preoccupazione a riguardo: “Di fatto i Livelli essenziali di assistenza rischiano di azzerare l’assistenza domiciliare, così come il passaggio alla gestione diretta dei Comuni delle case alloggio avrà forti ripercussioni sui malati: sappiano già che molti enti locali non hanno fondi sufficienti a garantire la copertura della spesa; il previsto contributo del 30% a carico del cittadino è per noi inaccettabile”. Al ministro Tremonti le associazioni chiedono “accesso reale ai farmaci salvavita e assistenza gratuita per tutti: un sollecito già spedito, ma non abbiamo avuto risposta”.
Altro momento importante della tre giorni romana – che prevede un congresso al Jolly Hotel Midas in via Aurelia 800, sul tema “Contro la Finanziaria, per il diritto alla salute e all’accesso gratuito dei servizi – sarà l’evento in programma all’Auditorium di Roma sabato 30 novembre alle ore 21.30: una serata di musica e spettacolo condotta da Gaia De Laurentis e Giovanni Anversa, a cui interverranno tra gli altri Mariella Nava, Alessandro Safina, Filippa Giordano, i Gazosa, Nino Frassica, Pamela Prati, Massimo Di Cataldo, Francesca Reggiani. “Per la prima volta il Campidoglio mette a disposizione di una ‘charity’ questo spazio”, nota Iardino, ricordando che al congresso si discuterà anche del nuovo servizio sanitario nazionale e di politiche sociali, dell’organizzazione di “lobby regionali di tutte le associazioni di pazienti: la regionalizzazione della sanità, infatti, impone un riferimento forte e trasversale in tutte le regione”, anche per prevenire “i potenziali danni determinati da una riforma di stampo federalista”.(lab)