28 febbraio 2018 ore: 15:56
Famiglia

Basilicata, un milione di euro per tutelare gli "anziani fragili"

Un milione di euro disponibili per sviluppare progetti a sostegno "della domiciliarita' e dell'autogoverno per persone con limitazioni dell'autonomia". La giunta della Regione Basilicata ha approvato a favore degli 'anziani fragili' un avviso pubblico...
. Non autosufficienza. Mani di vecchietta

Non autosufficienza. Mani di vecchietta

Un milione di euro disponibili per sviluppare progetti a sostegno "della domiciliarita' e dell'autogoverno per persone con limitazioni dell'autonomia". La giunta della Regione Basilicata ha approvato a favore degli 'anziani fragili' un avviso pubblico "per contrastare fenomeni di esclusione e di solitudine involontaria per garantire una dignitosa condizione di vecchiaia".

Il provvedimento, approvato dall'esecutivo regionale nell'ultima seduta su proposta dell'assessore alle Politiche per la persona, Flavia Franconi, ha l'obiettivo "di migliorare - si legge nella nota - e promuovere il benessere delle persone anziane e, contestualmente, mira a contrastare fenomeni di esclusione e di solitudine involontaria per garantire una dignitosa condizione di vecchiaia".

Le azioni previste nell'avviso sono rivolte alle persone anziane, con piu' di 75 anni e reddito Isee inferiore a 20mila euro che vivono nel proprio domicilio e che presentano una lieve e parziale compromissione funzionale - cognitiva tale da pregiudicare la cura di se', dell'ambiente domestico e provocare solitudine relazionale. "Il miglioramento dello stato complessivo di salute, i progressi della medicina, la vita media piu' elevata, i maggiori livelli di istruzione e di benessere - ha dichiarato il presidente della Regione Marcello Pittella - contribuiscono a rendere la condizione anziana una fase del ciclo di vita sempre piu' lunga e articolata. Tuttavia oltre a persone attive e autonome, protagoniste delle loro famiglie e delle comunita' di riferimento, sono presenti nel nostro tessuto regionale anche persone che vedono parzialmente compromessa l'autonomia e il completo autogoverno". (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news