11 ottobre 2017 ore: 14:18
Non profit

Bologna capitale dell’agricoltura sostenibile

A vincere il premio Bologna Award 2017 un progetto che unisce la ricerca genomica con le tradizioni agricole dell’Etiopia che potrebbe rispondere ai bisogni di sicurezza alimentare del Sud del mondo. Cerimonia il 14 e 15 ottobre. Segrè: “Educazione alimentare questione cardine del nostro tempo”
Bologna Award 2017 - Vince Matteo dell'Acqua
Matteo Dell’Acqua
Bologna Award 2017 - Vince Matteo dell'Acqua

BOLOGNA – Un progetto che unisce la ricerca genomica e le tradizioni agricole dell’Etiopia: è l’idea che ha permesso a Matteo Dell’Acqua, ricercatore della Scuola Sant’Anna di Pisa, insieme agli agricoltori etiopi delle comunità di Melfa e Workaye, di aggiudicarsi il Bologna Award 2017, premio internazionale destinato ai progetti più innovativi sulla sostenibilità agroalimentare, in programma nel capoluogo emiliano sabato 14 e domenica 15 ottobre in occasione della Giornata mondiale dell’alimentazione (lunedì 16). Sostegno alla ricerca scientifica e tecnologica in tema di sostenibilità agroalimentare, miglioramento nella distribuzione del cibo, riduzione dell’impatto ambientale e sociale della produzione e distribuzione alimentare, promozione di una nuova e diffusa cultura nel segno dell’educazione alimentare: questi gli obiettivi di Bologna Award e degli incontri in programma. “La sfida che da anni portiamo avanti per l’educazione alimentare è diventata una delle questioni cardine del nostro tempo – dichiara Andrea Segrè, presidente del Centro Agroalimentare di Bologna (Caab) – con i progetti avviati da Caab in queste stagioni e con Bologna Award crediamo di aver portato un contributo in questa direzione: una scommessa raccolta da Fondazione Fico e dal nascituro parco agroalimentare che farà di Bologna la città non solo del cibo, ma della sensibilizzazione intorno ai valori di cibo e sostenibilità”. A promuovere Bologna Award, oltre al Caab, al patrocinio del Ministero dell’Ambiente e al supporto di Unitec, ci sono le amministrazioni comunale e regionale. “Il Bologna Award contribuisce a creare questa rete di innovatori e di testimoni di esempi concreti da diffondere a livello globale – ha detto Simona Caselli, assessore regionale all’agricoltura – la Regione Emilia-Romagna intende non solo farne parte, ma esercitare un ruolo attivo, portando all’attenzione del mondo le proprie buone pratiche di sostenibilità, contrasto al cambiamento climatico, tutela della biodiversità e della qualità dei suoli”. 

Come possono incontrarsi la ricerca nella genetica applicata all’agraria e l’agricoltura tradizionale africana? Matteo Dall’Acqua e i contadini etiopi, in collaborazione con l’ateneo bolognese e Biodiversity International, che si sono aggiudicati il Bologna Award 2017, hanno dimostrato che si può. “Un progetto – spiega la Giuria di Bologna Award – che, se applicato sistematicamente nelle aree estreme, potrebbe realmente rispondere ai bisogni di sicurezza alimentare nel Sud del mondo. L’elevata ereditabilità dei tratti selezionati dai piccoli agricoltori suggerisce infatti che il sapere tradizionale può essere utilizzato per guidare il miglioramento genetico con metodi all’avanguardia”. Però la loro ricerca non finisce qui: i vincitori, infatti, dovranno destinare il premio, consistente in 15 mila euro, a progetti di agroalimentazione sostenibile. Non mancheranno poi al Bologna Award i City of food masters: si tratta di studiosi, ricercatori e divulgatori che hanno fatto della sensibilizzazione alla sostenibilità alimentare uno dei cardini della loro carriera. Il capoluogo emiliano ospiterà quindi Michiel Bakker, direttore di Google Food Service, il ricercatore e divulgatore Stephen Ritz, autore di numerosi progetti di educazione ambientale nel Bronx, e l’artista Douglas Gayeton, che ha affrontato questi temi nel campo della comunicazione video. Inoltre, sarà premiata anche la giornalista e conduttrice Licia Colò, da sempre attiva per trasmettere al grande pubblico i valori della sostenibilità agroalimentare e ambientale. A concludere Bologna Award 2017, domenica 15 ottobre saranno consegnati oltre 100 orti urbani che il Caab ha realizzato al podere San Ludovico, nella periferia nord-est di Bologna, in collaborazione con l’amministrazione comunale. 

La seconda edizione di Bologna Award si terrà a Bologna sabato 14 e domenica 15 ottobre. In programma, oltre alla premiazione, una serie di incontri e tavole rotonde sul tema della sostenibilità agroalimentare che saranno ospitati a Palazzo d’Accursio e presso la Cappella Farnese del palazzo comunale di Bologna (Simone Lippi Bruni)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news