7 febbraio 2018 ore: 16:42
Società

Campania, baby eroi contro il bullismo in uno spot del Corecom

Hanno l'aspetto di piccoli eroi, ragazzini coraggiosi che hanno trovato la forza di denunciare un episodio di bullismo di cui sono stati vittime. Sono loro i protagonisti di uno spot contro il cyberbullismo promosso dal Corecom della Campania...

NAPOLI - Hanno l'aspetto di piccoli eroi, ragazzini coraggiosi che hanno trovato la forza di denunciare un episodio di bullismo di cui sono stati vittime. Sono loro i protagonisti di uno spot contro il cyberbullismo promosso dal Corecom della Campania, in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Nola, e presentato stamattina nell'aula Siani del Consiglio regionale della Campania, alla presenza di decine di studenti.

"Abbiamo realizzato questo spot cercando di usare la realta' ma in senso teatrale e ironico - ha spiegato il regista Pino Sondelli, direttore responsabile dell'Aban -. E' uno spot fortemente legato al messaggio sociale che vuole trasferire: far capire esattamente a cosa si puo' andare incontro se non si capisce quanto il bullismo sia un fenomeno pericoloso".

Con lo spot, e' stato presentato anche il primo report della ricerca "L'influenza dei media locali sui minori e nuovi media" svolta dal dipartimento Scienze Sociali dell'universita' Federico II di Napoli che ha rilevato come il 24% degli adolescenti campani sia stato vittima di bullismo.

"Il nostro obiettivo - ha spiegato Mimmo Falco, presidente del Corecom Campania - e' quello di sensibilizzare i ragazzi perche' non siano piu' soggetti passivi di atti bullismo ma inizino a denunciare. Stamattina iniziamo anche il primo di una di serie appuntamenti con le scuole per dimostrare la vicinanza delle istituzioni a loro, non solo a parole ma con i fatti". Il presidente del Corecom ha annunciato che lo spot contro il bullismo sara' trasmesso anche dalle emittenti locali, "per dare contezza che le istituzioni sono al fianco dei ragazzi in questa lotta alle prevaricazioni e alle violenze".

Per Rosa D'Amelio, presidente del Consiglio regionale della Campania, lo spot rappresenta una delle risposte "ai terribili fatti che a Napoli e in tutta la Campania hanno riguardato le giovani generazioni. Come ente regionale, gia' da tempo abbiamo approvato la legge su bullismo e cyberbullismo, ancor prima che venisse approvata dal governo nazionale. Avevamo gia' chiaro quanto fosse necessario intervenire su episodi di violenza inaccettabili". (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news