30 agosto 2018 ore: 12:07
Economia

Caporalato, Cia Puglia: la legge va cambiata, ecco le nostre proposte

Lunedi' prossimo sara' in prefettura a Foggia per proporre al vicepremier Luigi Di Maio, alcune proposte di modifica della legge contro il caporalato. La Cia Puglia ha cosi' messo a punto un documento in cui evidenzia quali sono le priorita'...
Caporalato. Raccolta pomodori. uomo di colore con secchio carico di ortaggi

Lunedi' prossimo sara' in prefettura a Foggia per proporre al vicepremier Luigi Di Maio, alcune proposte di modifica della legge contro il caporalato. La Cia Puglia ha cosi' messo a punto un documento in cui evidenzia quali sono le priorita' per salvaguardare l'agricoltura e i braccianti.

"Al ministro Di Maio - dice Raffaele Carrabba, presidente di Cia Puglia - chiediamo di rivedere insieme le forme e la struttura complessiva dei contratti di lavoro in agricoltura, incentivando le assunzioni attraverso un alleggerimento degli oneri contributivi e della tassazione per favorire nuova occupazione e non fornire piu' alibi a chi vuole fare il furbo. Occorre rendere piu' funzionale ed efficiente l'impianto normativo sugli ammortizzatori sociali in agricoltura".

E a dover essere cambiata e' anche "la norma relativa alle visite mediche alle quali un lavoratore deve sottoporsi ogni volta che viene assunto da un'azienda agricola, anche nello stesso periodo: serve attivare una sorta di libretto medico che l'operaio che attesti, per un periodo prestabilito di tempo, il suo stato di salute, indipendentemente dalla azienda presso cui lavora".

Oltre alla reintroduzione dei voucher, la Cia propone di "individuare un regime ad hoc, come gia' esiste in altre Paesi europei, che preveda semplificazioni soprattutto in ordine alla programmazione pluriaziendale della presenza dei lavoratori, nonche' agli adempimenti in materia di sicurezza sul lavoro. Bisogna sostenere e tutelare gli sforzi delle imprese agricole che occupano manodopera, in un orizzonte di miglioramento continuo della qualita' del lavoro, sia delle imprese che dei lavoratori", conclude Carrabba. (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news

in calendario