28 agosto 2020 ore: 11:11
Società

Caporalato, “noi donne braccianti troppo spesso invisibili”

di Alice Facchini
Lucia Pompigna, 58 anni, dal 1990 lavora in agricoltura: per tanti anni è stata vittima di sfruttamento, mentre oggi fa parte del progetto “Donne braccianti contro il caporalato” di NoCap. “Quando sei sotto un caporale, è lui che decide se e quando puoi lavorare, il ricatto psicologico è fortissimo. E per le donne le avances sessuali sono la norma”

Per poter accedere a questo contenuto devi avere un abbonamento attivo!

in calendario