15 giugno 2016 ore: 18:56
Giustizia

Carceri, Orlando: allo studio primi interventi organizzativi

"Una serie di interventi in materia penitenziaria da poter mettere in campo nel breve periodo attraverso prassi amministrative, circolari e regolamenti di rapida adozione". È quanto ha chiesto questa mattina il ministro della Giustizia Andrea...
Carcere e progetto biblioteca a Milano

Roma - "Una serie di interventi in materia penitenziaria da poter mettere in campo nel breve periodo attraverso prassi amministrative, circolari e regolamenti di rapida adozione". È quanto ha chiesto questa mattina il ministro della Giustizia Andrea Orlando al coordinatore del comitato di esperti Glauco Giostra e ai rappresentanti dei 18 tavoli tematici di lavoro che hanno lavorato agli stati generali dell'esecuzione penale conclusi due mesi fa.

L'incontro, comunica il ministero di via Arenula, "a cui hanno partecipato anche i sottosegretari Cosimo Maria Ferri e Gennaro Migliore, e' stato l'occasione per un primo confronto operativo con i direttori generali del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria allo scopo di delineare le azioni organizzative per intervenire nel sistema penitenziario in modo efficace e innovativo e dare cosi' continuita' al lavoro degli stati generali".

Orlando ha detto: "D'altronde la straordinaria esperienza degli stati generali dell'esecuzione penale ha gia' prodotto alcuni risultati molto importanti: il protocollo Giustizia-Miur per l'istruzione e la formazione in carcere e nei servizi minorili, siglato col ministro Giannini il 23 maggio scorso a Palermo; la direttiva sulla prevenzione dei suicidi in carcere; la richiesta al Csm di un parere sulla rideterminazione della pianta organica della magistratura di sorveglianza; lo sviluppo dei sistemi informativi del Dap e del dipartimento per la giustizia minorile e di comunita'; lo stanziamento delle risorse per la telemedicina nella carceri". Le proposte odierne, si legge ancora nel comunicato, "saranno frutto di lavoro in sinergia con gli uffici del Dap ed oggetto di un successivo confronto in un nuovo incontro". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale

in calendario