3 luglio 2003 ore: 10:38
Società

Contro la discriminazione: la Commissione Ue rilancia la campagna con il sito Stop-discrimination.info

ANNA DIAMANTOPOULOU, Commissario europeo per l'occupazione e gli affari sociali ha lanciato ufficialmente il 16 giugno da Bruxelles il nuovo sito della Commissione europea contro la discriminazione. www.stop-discrimination.info ambisce ad essere la fonte d'informazione più diretta e accessibile della campagna "Per la diversità. Contro la discriminazione", della durata di 5 anni, lanciata dalla Commissione europea per il periodo 2003-6. Inoltre allo stesso tempo vuole rappresentare il principale strumento di diffusione delle misure che il segretariato generale della Commissione europea per l'occupazione e gli affari sociali (European Commission¹s Directorate General for Employment and Social Affairs) ha preso e prenderà per combattere razzismo e dicriminazione.
La parte istituzionale del sito descrive la campagna e i suoi principali obiettivi mentre una sezione parallela è dedicata alle direttive europea in tema di uguaglianza, come quelle sull'uguaglianza razziale e sulla parità sul luogo di lavoro, che entreranno nelle legislazione dei singoli Stati il 19 luglio prossimo. Mentre entro il 3 dicembre dovrebbero entrare in vigore, salvo rinvii chiesti dai Paesi membri, le regole sulla discriminazione religiose, sull'orientamento sessuale e sulla disabilità. Le altre sezioni contengono i principali eventi in programma a livello di istituzioni europei e nei diversi Paesi, i comunicati per la stampa, il discorso di presentazione del sito da parte del Commissario e così via. Diamantopoulo ha fatto tra l'altro sapere che, secondo il nuovo Eurobaromentro degli atteggiamenti sulla discriminazione, le cui informazioni sono accessibili dal sito web, solo un europeo su tre è consapevole dei propri diritti. Incrementare la consapevolezza dei propri diritti è proprio una delle principali chiavi della campagna. I link permettono di accedere a una vasta documentazione sui diversi network europei, istituzionali e non che combattono la discriminazione. Chiunque sia interessato può infine ricevere la newsletter del sito che informerà periodicamente chi aderisce delle principali iniziative contro la discriminazione oppure scaricare e stampare le brochure della campagna.
© Copyright Redattore Sociale