20 luglio 2017 ore: 12:14
Disabilità

Convenzione Onu sui disabili, "Vita indipendente" plaude alla regione Marche ma chiede più fondi

Il Comitato marchigiano per la Vita indipendente accoglie con favore l'adesione al principi della Convenzione Onu ma chiede un ulteriore finanziamento ai percorsi di autonomia: con i fondi promessi si potranno sostenere solo 100 progetti ma le domande potrebbero essere più di 250
Incontro comitato vita indipendente marchigiano - 10 luglio 2017

ANCONA – Il 18 luglio la Regione Marche ha approvato una mozione per l’adesione ai principi della “Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità”. In quell’occasione, il presidente del Consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo ha inoltre annunciato l’approvazione, entro pochi mesi, di una legge ad hoc sulla Vita indipendente. Un passaggio molto importante per il Comitato regionale che si batte per i percorsi di autonomia delle persone disabili. Nella mozione si dice infatti: “Il progetto Vita Indipendente ha sperimentato percorsi innovativi di autonomia finanziando, in collaborazione con i Comuni di residenza, l’assunzione di personale formato ad hoc direttamente dall’interessato il cui compito principale è quello di garantire la maggior autonomia possibile alla persona con disabilità, facendogli sperimentare anche opportunità e possibilità a volte impensabili”.

Per il Comitato marchigiano per la Vita indipendente, “ora il consiglio e la giunta regionale sono obbligati ad operare scelte a sostegno dei diritti delle persone con disabilità, incluso il diritto alla Vita indipendente”.
In questo periodo il direttivo del Comitato sta incontrando tutte le persone con disabilità marchigiane che hanno un progetto di Vita Indipendente regionale, quelle che hanno partecipato o stanno partecipando alla sperimentazione ministeriale, e tutti coloro che vorrebbero fare Vita indipendente. L’obiettivo è quello di far approvare una legge finanziata adeguatamente, per permettere la prosecuzione dei 71 progetti attualmente attivi e sostenere l’attivazione di altri percorsi di autonomia.

L'incontro del 10 luglio 2017
Incontro comitato vita indipendente marchigiano - 10 luglio 2017

Il Comitato stima che, una volta approvata la legge, più di 250 persone faranno domanda per essere inserite in percorsi di vita indipendente.
Da un incontro, tenutosi lo scorso 10 luglio, con la I° Commissione consiliare (Bilancio) è emerso che la Regione intende stanziare 400 mila euro in più rispetto ai 600 mila già destinati ai 71 progetti di Vita Indipendente attivi in questo momento.
“Abbiamo manifestato la nostra profonda delusione, perché tali cifre permetteranno di finanziare circa 100 progetti in totale, cioè confermare i 71 attuali e attivarne solamente 29 nuovi – afferma il Comitato. - La cifra ipotizzata è assolutamente inadeguata alle esigenze. Ci hanno promesso che reperiranno fondi ulteriori”. Il prossimo incontro è previsto per il 15 settembre

© Copyright Redattore Sociale

in calendario