26 settembre 2022 ore: 17:37
Economia

Coop Alleanza 3.0, siglata l’ipotesi di accordo sul nuovo contratto integrativo aziendale

Contratto da applicarsi ai circa 16 mila addetti della cooperativa di consumo. I sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno siglato con la direzione cooperativa l’ipotesi di accordo che verrà sottoposta alla valutazione delle assemblee dei lavoratori

ROMA – Concluso il lungo percorso negoziale intrapreso nei primi mesi di quest’anno per il Contratto integrativo aziendale da applicarsi ai circa 16 mila dipendenti di Coop Alleanza 3.0. I sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno siglato con la direzione cooperativa l’ipotesi di accordo che verrà sottoposta alla valutazione delle assemblee dei lavoratori.

L’intesa conferma l’impianto delle relazioni sindacali a tre livelli - nazionale, territoriale e di unità produttiva - ed introduce soluzioni avanzate in tema di formazione, partecipazione, welfare, ruoli e mestieri, incrementi orari, trattamenti economici, organizzazione del lavoro presso la rete commerciale, franchising ed appalti.

Tra le novità più significative l’incremento dell’orario di lavoro da realizzarsi con l’innovativo istituto flessibile del part-time funzionale per 1.250 dipendenti dalla Cooperativa nel triennio 2023/2025. Trascorsi 4 anni di part-time funzionale, l’incremento orario sarà strutturale, non sarà sottoposto a modalità flessibile di utilizzo, e sarà, per chi prima di accedere al part-time funzionale aveva un orario contrattuale inferiore alle 24 ore settimanali, di 1.248 ore annuali (24 ore settimanali medie) e, per chi aveva un orario contrattuale inferiore alle 24 ore settimanali, di 1.456 ore annuali (28 ore settimanali medie).

Sempre nel triennio di vigenza del CIA la Cooperativa si è impegnata ad assumere 600 apprendisti.

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news