2 marzo 2021 ore: 13:18
Salute

Coro in Corsia, gli infermieri del Sant’Orsola cantano per riaccendere la speranza

Il progetto è nato dall’infermiera Simona Camosci: “Trasformiamo i difficili vissuti, trascorsi in corsia durante l’emergenza Covid, in speranza per un futuro migliore”. Con i fondi raccolti istituite borse di studio per infermieri
accendi l'arcobaleno coro in corsia

Il Coro in Corsia, interprete del brano "Accendi l'arcobaleno"

BOLOGNA – Sono gli infermieri del “Coro in Corsia” le voci di “Accendi l’arcobaleno”, un inno alla vita e alla ripartenza, un omaggio al coraggio dimostrato dagli operatori sanitari nella gestione dell’emergenza, al loro spirito capace di resistere alle difficoltà unendo le forze, senza mai smettere di guardare al futuro con la fiducia e la speranza che condividono ogni giorno accanto al letto dei pazienti. “E allora accendi questo arcobaleno, rendiamo il cielo più sereno e riprendiamo a camminare con gli occhi dell’amore. La divisa che portiamo, dice a tutti quel che siamo, noi lottiamo insieme a voi, non ci chiamate eroi”, recita il ritornello intonato dagli 8 infermieri del Policlinico Sant’Orsola e dell’Azienda Usl di Bologna. Sono Simona Camosci, Silvia Fortunato, Antonella Albertazzi, Mariagrazia Bisson, Andrea Tiarri, Carla Lama, Angela Basetti e Paolo Gilli, accompagnati dall’esperienza e dal timbro del cantautore bolognese, coinvolto per l’occasione, Andrea Mingardi.

Il progetto è nato da un’infermiera, Simona Camosci, coautrice del testo con Andrea Mingardi – composto da Giancarlo Di Maria ed edito da Parametri Musicali Snc – ed è dedicato al futuro dei giovani infermieri, con l’intento di rendere la musica “un linguaggio universale e catartico per trasformare i difficili vissuti, trascorsi in corsia durante l’emergenza Covid, in speranza per un futuro migliore”, sottolinea Simona Camosci, un passato nel Piccolo coro dell’Antoniano e un presente nei Vecchioni di Mariele Ventre (coro nato nel 2016 con un gruppo di ex coristi del Piccolo Coro dell’Antoniano diretto da Mariele Ventre, ndr). Il brano è accompagnato da un video: momenti catturati durante le registrazioni del brano in studio insieme a scene intime ed evocative, tratte da un album di foto, sfogliato dallo stesso Mingardi, che ritraggono le giornate lavorative del personale sanitario negli ospedali di Bologna, da aprile dello scorso anno a oggi.

“Accendi l’arcobaleno” è disponibile su YouTube e nei maggiori store digitali: con i fondi raccolti saranno istituite borse di studio per infermieri. Il progetto – che gode del patrocinio della Regione Emilia-Romagna – è stato realizzato con la collaborazione dell’Università di Bologna, dell’Ordine delle professioni infermieristiche di Bologna, dei Comuni di Bologna, Centro e Crevalcore e dell’associazione Bimbilacqua.

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news