4 aprile 2020 ore: 14:36
Non profit

Coronavirus. Oms e Unicef insieme per rispondere all’emergenza mondiale

L’accordo tra le due organizzazioni permetterà di implementare risposte col sostegno economico del Covid-19 Solidarity Fund che ad oggi ha raccolto 127 milioni di dollari. Ghebreyesus, direttore generale Oms: “Questa partnership ci aiuterà a lavorare insieme a stretto contatto per salvare vite umane”
Unicef coronavirus

volontari Unicef in Cina esaminano pacchi di dispositivi

ROMA - Organizzazione mondiale della sanità e Unicef insieme per dare una risposta all’emergenza coronavirus attraverso il Covid-19 Solidarity Fund, sostenuto dalla United nations Foundation e dalla Swiss Philanthropy Foundation. È quanto annunciano le due organizzazioni in una nota congiunta in cui spiegano che il fondo è stato istituito per “facilitare una risposta globale senza precedenti sostenendo il Piano strategico di preparazione e risposta dell’Oms". Come parte dell'accordo, una parte iniziale del fondo, che attualmente ammonta a più di 127 milioni di dollari, sarà devoluto all’Unicef per il suo lavoro con i bambini e le comunità vulnerabili in tutto il mondo. "Quella del Covid-19 è una pandemia senza precedenti che richiede una straordinaria solidarietà globale per rispondere con urgenza - ha dichiarato Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità -. Sono lieto che l'Unicef abbia aderito al Solidarity Response Fund. Con la loro vasta esperienza sia nella raccolta di fondi che nell'attuazione di programmi, questa partnership ci aiuterà a lavorare insieme a stretto contatto per salvare vite umane”.
 
Le risorse del fondo saranno utilizzate per formare e fornire alle comunità e agli operatori sanitari gli strumenti per prevenire, individuare e curare il Covid-19. “Aiuterà i paesi ad espandere la loro capacità di assistenza sanitaria e a mitigarne l'impatto sociale - spiega la nota -, soprattutto sulle donne, sui bambini e sui gruppi sociali vulnerabili. E accelererà la ricerca e lo sviluppo di cure e vaccini preventivi”. Unicef guiderà le azioni di emergenza per garantire che le famiglie e le comunità dei paesi più vulnerabili siano pienamente coinvolte nella risposta e abbiano accesso all'acqua, ai servizi igienico-sanitari e ad altre misure di prevenzione e controllo delle malattie infettive. "Questa è un'emergenza straordinaria che richiede una risposta straordinaria, e abbiamo bisogno di tutto l'aiuto delle persone, delle aziende, delle fondazioni, dei governi e delle altre organizzazioni di tutto il mondo - ha dichiarato il direttore generale dell'Unicef, Henrietta Fore -. L'Unicef è lieto di aderire al Solidarity Response Fund. Questo sosterrà i nostri sforzi per rafforzare i sistemi sanitari e igienico-sanitari e contribuirà a proteggere le famiglie più vulnerabili dagli effetti a catena del Covid-19 sui sistemi sanitari già sovraccarichi”.
 
"Non c'è mai stato un bisogno più urgente di cooperazione globale - ha dichiarato Elizabeth Cousens, presidente e Ceo della Fondazione delle Nazioni unite -. La pandemia ci mostra che tutti noi possiamo svolgere un ruolo per fermare la diffusione. L'incredibile generosità dimostrata al Covid-19 Solidarity Response Fund da tutto il mondo aiuterà l'Oms, l'Unicef, il Cepi e i partner ad accelerare il loro lavoro salvavita, soprattutto per sostenere le comunità più vulnerabili e accelerare lo sviluppo di un vaccino".
© Copyright Redattore Sociale