18 gennaio 2021 ore: 15:00
Giustizia

Covid 19 nelle carceri lombarde: situazione sotto controllo

In audizione alla Commissione Carcere del Comune di Milano, il Provveditore Regionale racconta l'andamento dei contagi. Su oltre 7mila detenuti i positivi sono 198. Ai primi di dicembre erano 398

MILANO – Nelle carceri lombarde su oltre 7mila detenuti i positivi al Covid-19 sono 198 e sette sono ricoverati in ospedale. Tra gli agenti, i positivi sono 65 su un totale di 4mila. “Se paragonata ai primi di dicembre, quando i positivi tra i detenuti erano 398, la situazione è sotto controllo e migliore”, afferma Pietro Buffa, provveditore regionale che è intervenuto oggi alla commissione consiliare carcere del Comune di Milano, che ha voluto così smentire gli articoli di alcuni giornali che avevano lanciato nei giorni scorsi l'allarme contagi. In particolare a San Vittore, come ha spiegato il direttore Giacinto Siciliano, i positivi tra i detenuti sono 59 (su oltre 900), quasi tutti provenienti da altri istituti penitenziari della Lombardia. In base al piano anticovid del Provveditorato regionale, infatti sono stati creati due reparti, uno a San Vittore e uno a Bollate, per l'accoglienza dei detenuti positivi lombardi.

Il Piano inoltre contempla un secondo livello di intervento, che prevede un aumento del numero di celle destinate ai casi Covid nel carcere di Bollate, dove potrebbero essere ospitati fino a 198 detenuti, arrivando così a un totale di 303 posti in cui far confluire ogni detenuto lombardo colpito dal virus. Il terzo livello vedrebbe coinvolte anche le carceri di Busto Arsizio e di Cremona, che metterebbero a disposizione rispettivamente 52 e 46 posti letto, arrivando così in totale a 403. “La verità è che l'andamento dei contagi in carcere rispecchia rispecchia quello che avviene all'esterno”, sottolinea Pietro Buffa.

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news