20 novembre 2020 ore: 17:41
Immigrazione

Covid, sulle navi quarantena 2.448 migranti: 197 i positivi

Il Punto del Garante dei diritti delle persone private della libertà personale, Mauro Palma. Aumentano le presenze nei Cpr, dove sono trattenute 455 persone; preoccupa la saturazione dei posti: un questionario agli enti gestori per raccogliere informazioni su situazione e misure adottate
Foto da Dire.it nave-quarantena "Moby Zaza''

ROMA - Sono 2.448 le persone attualmente in isolamento precauzionale a bordo delle cinque navi per la quarantena attualmente in funzione (erano 2212 del 12 novembre) e tra queste 197 sono risultati positivi al contagio. Lo rende noto il Garante dei diritti delle persone private della libertà personale, Mauro Palma, nel consueto punto di aggiornamento.

Aumentano le presenze nei Centri di permanenza per i rimpatri, dove sono trattenute 455 persone (erano 348 la settimana scorsa). La capienza complessiva è leggermente aumentata, spiega il Garante,  e i posti sono 608. Residuale la presenza femminile: 6 le donne trattenute nel centro di Roma-Ponte Galeria, l’unico che dispone di una sezione femminile. In due dei sette Centri attualmente operativi (Bari e Gradisca d’Isonzo) tutti i posti regolamentari risultano occupati, mentre in quattro Centri i posti residui sono al massimo dieci.

La saturazione dei posti disponibili solleva perplessità in relazione alla necessità di disporre di locali di isolamento sanitario - si legge -  nel caso si verifichino situazioni di possibile contagio da Covid-19”. In questa direzione va l’iniziativa, analoga a quanto realizzato durante la prima ondata pandemica, del Garante nazionale di inviare un questionario agli Enti gestori dei Cpr per raccogliere informazioni aggiornate sulla situazione e sulle misure adottate in questo periodo di diffusione del contagio.

In lieve calo le presenze negli hotspot, pari a 894 (erano 973 la scorsa settimana), prevalentemente presenti a Lampedusa (con 763 persone).

© Copyright Redattore Sociale