17 marzo 2020 ore: 13:36
Disabilità

Cura Italia e disabilità, Fish e Fand “apprezzano”

Le due federazioni “promuovono” le misure adottate dal governo con il nuovo decreto: tra queste, estensione dei permessi e dei congedi lavorativi, chiusura dei centri diurni, mantenimento dell'assistenza domiciliare nel rispetto delle misure di sicurezza. “Lacune e imprecisioni da imputare alla convulsa emergenza”

ROMA – Sono diverse le misure che interessano direttamente la disabilità, tra quelle contenute nel nuovo decreto Cura Italia, approvato ieri sera dal Consiglio dei ministri: un decreto legge straordinario che contiene tra l'altro, secondo Fish e Fand, “le prime risposte per fronteggiare lo straordinario carico assistenziale delle famiglie e per proteggere i lavoratori con disabilità”. Dalle due federazioni arriva quindi una congiunta nota di “approvazione” per il testo che, tra l'altro, dispone la chiusura dei centri diurni per le persona con disabilità.

“Nei giorni scorsi, pur nei convulsi e febbrili momenti che derivano da una situazione drammatica, vi sono state strette consultazioni fra la Presidenza del Consiglio dei Ministri, per il tramite del suo Ufficio per la disabilità, e i vertici di Fand e Fish – fanno sapere - per tentare di elaborare almeno le risposte più urgenti alle istanze di migliaia di persone e famiglie e di mettere in sicurezza le condizioni più gravi o più a rischio. La chiusura delle scuole e dei centri diurni, con ciò che comporta in rinnovato e aggravato carico assistenziale sulle famiglie, assieme alla preoccupazione per l’esposizione al rischio di contagio per tanti lavoratori con disabilità o con immunodepressioni di varia origine, sono solo i più immediati elementi di emergenza evidenziati dalle federazioni”, ricordano.

In generale, quindi, “il testo approvato raccoglie l’apprezzamento delle federazioni che – si precisa nella nota congiunta - comprendono anche come alcune lacune ed imperfezioni siano da imputare più alla convulsa emergenza che alla carenza di volontà e che potranno essere perfezionate e corrette in sede di conversione”. Fish e Fand assicurano infine che “nei prossimi giorni, grazie anche alla propria rete, contribuiranno a diffondere informazioni puntuali sui contenuti del nuovo provvedimento e a vigilare stimolando la celere applicazione di agevolazioni e sostegni appena approvati, proseguendo il proprio impegno che mai è diminuito durante questa emergenza”.

© Copyright Redattore Sociale