29 novembre 2017 ore: 17:22
Famiglia

Cyberbullismo, Lombardia: al via la terza fase della campagna #cyberesistance

"La Regione Lombardia ancora una volta scende in campo contro il cyberbullismo e lo fa sostenendo l'importante campagna di comunicazione Cyberesistance, uno strumento straordinario perche' con un linguaggio diretto, efficace e molto affine ...

"La Regione Lombardia ancora una volta scende in campo contro il cyberbullismo e lo fa sostenendo l'importante campagna di comunicazione Cyberesistance, uno strumento straordinario perche' con un linguaggio diretto, efficace e molto affine alle abitudini e al mondo dei giovani, racconta i rischi e i pericoli delle loro azioni in rete". Sono le parole dell'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera durante la presentazione a Palazzo Lombardia, in collaborazione con il suo assessorato, della terza fase di Cyberesistance, la campagna di sensibilizzazione contro il cyberbullismo lanciata lo scorso 18 giugno, in concomitanza con l'entrata in vigore della legge Ferrara.

La campagna, prodotta da Web Stars Channel, la prima Creator Media Company in Italia, e' stata sviluppata in collaborazione con il professor Luca Bernardo, direttore della Casa pediatrica dell'ospedale Fatebenefratelli Sacco e Paolo Picchio, papa' di Carolina Picchio (vittima di bullismo e suicida nel 2013), e con l'aiuto dell'avvocato Marisa Marraffino, esperta di reati informatici. Alla presentazione, oltre all'assessore Giulio Gallera, sono intervenuti Luca Casadei, ceo di Web Stars Channel, LaSabri, creator di Web Stars Channel e protagonista del primo video che ha dato il via alla campagna Cyberesistance.

Per lanciare la terza fase della campagna e' stato mostrato in anteprima un nuovo video che si rivolge ai giovani per spiegare, con un linguaggio giovane, le novita' introdotte dalla legge Ferrara. "Spiegare ai ragazzi- sottolinea l'assessore- attraverso il mondo di Youtube, che frequentano tutti giorni, e dalla voce dei piu' popolari youtuber, quali strumenti hanno a disposizione per difendersi sul web, e' il modo migliore per comunicargli un messaggio davvero importante". Questo a detta di Gallera e' "un percorso che vogliamo valorizzare portandolo fuori dal web. Diffonderemo infatti il video presentato oggi in anteprima, attraverso tutti i nostri canali di comunicazione tradizionali e con il patrocinio di Regione Lombardia- dice- e mi faro' promotore di una sua diffusione negli ospedali lombardi, negli ambulatori frequentati anche dai ragazzi e nella rete regionale di Trenord".

Cosi' come avvenuto in occasione della visita del ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli al Conacy, primo centro di accoglienza italiano per le vittime di bullismo da web, anche oggi l'aspetto maggiormente evidenziato e' quello della prevenzione. "Da anni Regione Lombardia ha avviato l'importante iniziativa 'Educazione tra pari', attraverso cui formiamo dei ragazzi che diventano all'interno dellle scuole punti di riferimento su tematiche come l'omofobia, il bullismo o il cyberbullismo- conclude Gallera- e la campagna #Cyberesistance rafforza il nostro modello di prevenzione, per questo abbiamo deciso di sostenerla". (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news