31 gennaio 2018 ore: 15:30
Economia

Impresa sociale, si apre la convention di Cgm

Venti ore di incontri e dibattiti su "Tutta un'altra impresa - Sociale, creativa e sostenibile". Come entrare nei mercati più innovativi? Come intercettare le nuove risorse della finanza etica? Come creare lavoro? Granata (Cgm): "L’obiettivo è aggregare energie e saperi, creare legami, comprendere meglio il contesto in cui operiamo"
Lavoro, impresa sociale: ingranaggi

MILANO - Venti ore di workshop, incontri e plenarie: a Milano si parlerà di impresa sociale, alla luce della riforma del terzo settore. Giovedì 1 e venerdì 2 febbraio si terrà la tredicesima Convention del Consorzio Cgm, dal titolo "Tutta un'altra impresa - Sociale, creativa e sostenibile”. Al Consorzio Cgm aderiscono 65 consorzi territoriali, distribuiti in tutte le regioni, che coordinano l’attività di 766 cooperative sociali. E alla Convention interverranno imprenditori, economisti e rappresentanti del terzo settore. I lavori inizieranno alle ore 14 di giovedì 1 febbraio sul tema “La nuova impresa sociale: cambiamenti di scenario e prospettive nei mercati”. Prenderanno la parola in occasione della prima sessione plenaria, Brunello Cucinelli (Brunello Cucinelli S.p.A), Mario Calderini (Politecnico di Milano), Dario Di Vico (Corriere della Sera), Claudia Fiaschi (Portavoce Forum Nazionale del Terzo Settore) e P. Francesco Occhetta SJ (notista de La Civiltà Cattolica). Ci sarà anche spazio per la presentazione delle migliori start up in campo sociale.

Per la due giorni sono attesi a Milano circa mille imprenditori sociali provenienti da tutta Italia. Come entrare nei mercati più innovativi? Come intercettare le nuove risorse della finanza etica? Come creare nuovi bacini di occupazione e di imprenditorialità, soprattutto per le nuove generazioni? Sono queste alcune delle domande alla quali cercheranno di rispondere gli esperti che interverranno alla convention. “Nei prossimi mesi Cgm intende lanciare la sua proposta, giocando su nuovi livelli il ruolo che da sempre caratterizza la sua azione -speiga Stefano Granata, presidente di Cgm-: quello di creare connessioni tra le diverse anime dell’economia e della società civile, aprire nuove frontiere di sperimentazione, costruire alleanze e generare opportunità. L’obiettivo della Convention è aggregare energie e saperi, creare nuovi legami, comprendere meglio il contesto in cui operiamo”. Il programma completo è su www.cgm.coop. (dp)

© Copyright Redattore Sociale