19 dicembre 2017 ore: 12:51
Giustizia

In dirittura d'arrivo in Campania la nuova legge sui beni confiscati

"E' un'iniziativa molto bella che rappresenta non solo l'economia legale delle tante associazioni che lavorano, spesso nei beni confiscati alla camorra, ma anche un segnale di presenza delle istituzioni, in questo caso del Consiglio regionale ...

"E' un'iniziativa molto bella che rappresenta non solo l'economia legale delle tante associazioni che lavorano, spesso nei beni confiscati alla camorra, ma anche un segnale di presenza delle istituzioni, in questo caso del Consiglio regionale, alla lotta alla criminalita' organizzata e alla diffusione della cultura della legalita'". Cosi' la consigliera regionale del Pd Vincenza Amato, vice presidente della Commissione speciale anticamorra e beni confiscati, a margine della presentazione, questa mattina in Consiglio regionale, dell'iniziativa 'Facciamo un pacco alla camorra', giunta alla sua nona edizione.

Una 'tradizione' che si rinnova e che, prosegue Amato, ha un sapore particolare perche' "si svolge in previsione dell'approvazione della nuova legge sui beni confiscati che - si augura la consigliera - speriamo di approvare in Consiglio prima della fine di questo anno". Una legge bipartisan, spiega la vicepresidente, "che ha tra le sue novita' una pianificazione sui beni confiscati e il loro utilizzo che sia in linea con la programmazione dei fondi nazionali e regionali e che abbia l'obiettivo di valorizzare le esperienze di utilizzo dando anche la possibilita' di contributi per innovazione e competitivita' alle imprese che sono sul mercato". Previsti nel nuovo testo anche "contributi ai Comuni che devono riqualificare i beni che sono stati loro assegnati dall'Agenzia nazionale in modo da poterli mettere in procedura pubblica per affidarli. E ancora contributi per poter permettere ai giovani, donne soprattutto, di avviare attivita' in questi beni. Vogliamo stimolare - conclude Amato - un'economia sana nel nostro territorio e contrastare la criminalita' in tutte le sue forme". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale