15 ottobre 2020 ore: 17:43
Salute

Da lunedì stop alle visite nelle Rsa, Giani: atto doveroso

La Regione Toscana ferma le visite dei parenti nelle residenze per anziani e in quelle per disabili. Il presidente Eugenio Giani emana l'ordinanza che fa scattare tale divieto a partire da lunedì prossimo fino al 31 gennaio 2021

FIRENZE- La Regione Toscana ferma le visite dei parenti nelle residenze per anziani e in quelle per disabili. Il presidente Eugenio Giani emana l'ordinanza che fa scattare tale divieto a partire da lunedì prossimo fino al 31 gennaio 2021, quando il governo ha fissato la scadenza dello stato d'emergenza. Rispetto a quanto annunciato nei giorni scorsi, l'atto firmato dal governatore dispone un sostanziale blocco totale delle viste in Rsa e Rsd, ad eccezione di quelle situazioni particolari rimesse alla valutazione dei gestori delle strutture, e la sospensione dei rientri in famiglia. Ai parenti viene accordata la possibilità di interagire con gli ospiti delle strutture attraverso le videochiamate e gli strumenti di messaggistica. In caso di ingresso dal domicilio o dall'ospedale viene sancito, inoltre, un ulteriore filtraggio di 10 giorni mediante appositi moduli di accoglienza nelle Rsa e nelle Rsd.

Al fine di potenziare l'azione di prevenzione, inoltre, la Regione decide di puntare sul ruolo dei medici di famiglia e delle Usca, sui team specialistici multiprofessionali e su una vasta campagna vaccinale e di screening con tamponi rapidi, test sierologici e tamponi molecolari. "Un atto doveroso- commenta il presidente Giani- per proteggere le persone più fragili e, quindi, più a rischio. Ci aspettano momenti complessi, ma l'esperienza, che abbiamo maturato durante la prima ondata del Covid, farà la differenza, dando continuità a un lavoro ben avviato e sempre migliorabile. La nostra è una comunità coesa, con un forte senso di responsabilità, pronta a dare il meglio di sé nelle situazioni più difficili". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale