4 settembre 2017 ore: 11:18
Non profit

Norcia capitale del Corpo europeo di solidarietà: l'impegno dei giovani

Oggi e domani a Norcia l’iniziativa "Costruire un'Europa migliore con i cittadini per le generazioni future". Presenti il Commissario europeo Tibor Navracsics, e il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani. Circa 230 giovani forniranno assistenza fino al 2020 alle comunità vittime dei terremoti in Italia
Corpo europeo di solidarietà - giovani di schiena

NORCIA - Il Commissario europeo per l'istruzione, la cultura, i giovani e lo sport, Tibor Navracsics sarà in visita a Norcia (PG) oggi e domani, in occasione dell’iniziativa "Costruire un'Europa migliore con i cittadini per le generazioni future", insieme al Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani.
In particolare oggi pomeriggio il Presidente Tajani ed il Commissario Navracsics discuteranno con il pubblico presente sui temi degli gli aiuti dell'Ue per la ricostruzione delle regioni terremotate, del Corpo europeo di solidarietà e le altre iniziative dell'Ue per i giovani, delle iniziative programmate nell'ambito dell'Anno europeo del patrimonio culturale e del  Libro bianco sul futuro dell'Ue.

Domani si svolgerà la visita ai giovani volontari del nuovo Corpo europeo di solidarietà, che dal 17 agosto per un mese sono impegnati nel progetto “Europe for Norcia“, finanziato dall'Agenzia Nazionale per i Giovani con il Programma Erasmus Plus, e che prevede attività nei cantieri e nelle associazioni della città umbra colpita dal sisma. All’incontro saranno presenti anche l’Arcivescovo della Diocesi di Spoleto-Norcia, mons. Renato Boccardo, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi, il Sottosegretario al Ministero del Lavoro e degli Affari Sociali con delega ai giovani e al servizio civile,  Luigi Bobba, il Sottosegretario al Ministero per i Beni e le Attività culturali, Ilaria Borletti Buitoni, il Capodipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, il Direttore dell’Agenzia nazionale per i Giovani Giacomo D’Arrigo e il Capo della Rappresentanza della Commissione europea in Italia, Beatrice Covassi.

“In totale circa 230 giovani forniranno assistenza fino al 2020 alle comunità vittime dei terremoti in Italia – spiega in una nota l’Agenzia nazionale Giovani -. Questi giovani sono simbolo di un'Europa solidale, che si impegna per i suoi cittadini e li aiuta concretamente”.
“Il nostro obiettivo è fare di Norcia la capitale del Corpo europeo di solidarietà, in tal senso chiederemo sostegno, ma anche un preciso impegno, sia al presidente del Parlamento europeo, sia al Commissario europeo ai giovani, che saranno oggi qui”, ha dichiarato alle agenzie il danese Joe Short, il tutor dei 16 giovani volontari. “Abbiamo costruito nell’area dell’ex campo sportivo anche una cupola geodetica che vuole essere il simbolo di questo progetto, oltre che un punto di incontro dove svolgere delle attività”, ha spiegato Short, anche presidente dell’associazione Kora, incaricata, con la Cooperativa di sperimentazione territoriale per lo sviluppo sostenibile di Passignano sul Trasimeno, dall’Agenzia nazionale per i giovani, di seguire l’iniziativa di Norcia, maturata nell’ambito del progetto Erasmus plus e sollecitata dal Comune di Norcia.

I giovani attualmente impegnati a Norcia provengono da Austria, Francia, Grecia, Ungheria, Spagna e Portogallo. “Ne abbiamo contattati oltre mille – spiega ancora Short - abbiamo individuato una rosa di 50 candidati e ne abbiamo selezionati 16 che si fermeranno a Norcia per un mese”. (FSp)

© Copyright Redattore Sociale