10 settembre 2021 ore: 13:03
Salute

Depressione cronica, ne soffre il 7,2% delle persone in Ue

I dati Eurostat (2019) nella Giornata mondiale per la prevenzione del suicidio: percentuale in lieve crescita rispetto al 2014 (+0,3%). La Slovenia è al primo posto. In Portogallo la quota più alta di donne con depressione cronica: più colpite rispetto agli uomini in tutti gli stati membri. In Italia ne soffre il 5,3% della popolazione
Salute mentale, sanità, alzheimer, demenze, depressione

ROMA - Nel 2019 il 7,2% dei cittadini dell'Ue ha riferito di avere una depressione cronica, percentuale in lieve aumento rispetto al 2014 (+0,3%). Lo rivelano i dati diffusi oggi da Eurostat, nella Giornata mondiale per la prevenzione del suicidio, per aumentare la consapevolezza del suicidio e della salute mentale.

E' la Slovenia (15,1%) in paese che ha registrato la quota più alta di popolazione con depressione cronica, seguita dal Portogallo (12,2%) e dalla Svezia (11,7%). Le percentuali più basse in Romania (1,0%), Bulgaria (2,7%) e Malta (3,5%).  L'Italia si posizione poco sotto la media Ue, con il 5,3% della popolazione con depressione cronica.

Più colpite le donne rispetto a gli uomini  in tutti gli Stati membri dell'Unione. Il Portogallo ha registrato la quota più alta di donne (16,4%), seguita da vicino dalla Slovenia (16,0%). In Slovenia, invece, la quota più alta di uomini (14,3%), seguita da Svezia (10,0%) e Germania (9,9%).

Eurostat (2019), persone con depressione cronica

 

 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news