19 dicembre 2017 ore: 15:46
Economia

Destinata ai Neet una parte del "Fondo diamo lavoro" della diocesi di Milano

Risorse destinate a tirocini o a progetti presentati da giovani disoccupati tra i 18 e i 24 anni che vivono ancora in famiglia. "L'osservazione sul campo e i dati dei più autorevoli centri di ricerca da tempo segnalano un'emergenza povertà tra i giovani", spiega Luciano Gualzetti, direttore di Caritas Ambrosiana
Neet, giovani con braccia incrociate

MILANO - L'Arcidiocesi di Milano lancia un progetto per aiutare i Neet, ossia i giovani che hanno rinunciato sia a studiare sia a cercare un lavoro. Una parte delle risorse del "Fondo diamo lavoro" sarà infatti destinato anche ai disoccupati di età tra i 18 e i 24 anni che vivono ancora in famiglia. "Finora la domanda al Fondo poteva essere presentata solo dal capofamiglia anche per i figli conviventi -spiega Luciano Gualzetti, direttore di Caritas Ambrosiana, che ha annunciato oggi l'iniziativa-. L'accesso alle misure era mediato dai loro genitori e valutato sempre nel contesto familiare. Ora invece potranno essere i giovani a farsi avanti e a concordare con gli esperti del lavoro il progetto individuale di riqualificazione professionale". Partito nell'ottobre del 2016 per volontà dell'allora Arcivescovo, il cardinale Angelo Scola, il Fondo ha raccolto finora 2,4 milioni di euro. I primi 21 tirocini per favorire l'inserimento lavorativo delle persone sono partiti in agosto. "Abbiamo ricevuto finora circa 200 richieste di tirocinio", sottolinea Luciano Gualzetti. 

L'idea di dedicare una parte delle risorse del Fondo ai giovani è nata dopo "aver analizzato le richieste raccolte dai volontari dei 60 distretti territoriali", veri e propri sportelli aperti nelle parrocchie per ricevere e vagliare le domande da parte delle famiglie in difficoltà. "Siamo in una fase complicata, l'osservazione sul campo e i dati dei più autorevoli centri di ricerca da tempo segnalano un'emergenza povertà tra i giovani", afferma il direttore di Caritas Ambrosiana. L'attenzione verso i giovani del Fondo Diamo Lavoro è testimoniata anche dai workshop "I mestieri segreti del cinema", che si sono conclusi oggi. Sono stati frequentati da 100 giovani, dai 16 ai 30 anni. (dp)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news