1 settembre 2013 ore: 12:37
Disabilità

Dieci ragazzi autistici a cavallo. Al via la carovana sulle orme di Mogol

Sono partiti questa mattina i dieci ragazzi autistici, accompagnati dai padri dell'associazione L'emozione non ha voce, che in sette giorni attraverseranno i boschi tra Lazio e Umbria. Sul web il racconto tappa per tappa del giornalista Nicoletti con suo figlio autistico Tommy
mappa cavalcata ragazzi autistici

ROMA - Sono partiti oggi dal Centro Militare d’Equitazione di Montelibretti e in sella al proprio cavallo, dieci ragazzi autistici che, accompagnati dai loro rispettivi padri e da assistenti esperti in riabilitazione equestre, per una settimana attraverseranno i boschi dell'Alta Sabina per arrivare in Umbria, dove saranno ospiti dell’Università della musica di Avigliano Umbro di Mogol. Tappa finale che è anche quella che ha dato vita all'iniziativa organizzata dall'associazione "L'emozione non ha voce", ispirata alla storica cavalcata che lo stesso Mogol fece con Lucio Battisti nel 1970, partendo da Milano e cavalcando assieme fino a Roma.

A raccontare l'impresa, tappa dopo tappa, il giornalista Gianluca Nicoletti che partecipa alla cavalcata con suo figlio autistico Tommy. I racconti del viaggio saranno pubblicati sul sito del giornalista e suo blog sul quotidiano la Stampa, ma è possibile seguire la carovana anche attraverso le mappe online e sul sito della Stampa, che ha dedicato una sezione per seguire tappa per tappa l'iniziativa. Un'avventura non facile da organizzare, spiegano gli organizzatori, "anche perché alla fine gli sponsor si sono dileguati e i genitori si sono accollati ogni onere pur di partire lo stesso. I valenti padri di “l’ emozione non ha voce” hanno fatto i salti mortali".

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news