27 maggio 2015 ore: 14:28
Economia

Dimezzata la fame in 72 paesi in via di sviluppo

Rapporto Fao: il numero delle persone che soffrono la fame nel mondo e' sceso a 795 milioni, 216 in meno rispetto al biennio 1990-92. Quasi una persona su quattro denutrita vive nell''Africa sub-sahariana
Povertà, fame nel mondo, bambini con pugni di riso

Roma - Il numero delle persone che soffrono la fame nel mondo è sceso a 795 milioni, 216 in meno rispetto al biennio 1990-92, ovvero una persona su nove. E' quanto emerso dal nuovo rapporto Onu sulla fame del mondo pubblicato dalle tre agenzie delle Nazioni Unite con sede a Roma: Fao, Ifad e Wfp e presentato questa mattina nella sede della Fao.

La maggioranza dei paesi monitorati dalla Fao, 72 su 129, hanno raggiunto l''Obiettivo del Millennio' di dimezzare la prevalenza della denutrizione entro il 2015, sono inoltre 29 i paesi che hanno dimezzato il numero delle persone denutrite durante l'ultimo anno, obiettivo posto dal Vertice mondiale dell'Alimentazione del 1996.

Speranzoso il direttore generale della Fao, Jose' Graziano da Silva: "Il quasi raggiungimento degli obiettivi di sviluppo del millennio, sulla fame, ci dimostra che e' possibile eliminare questa piaga nel corso della nostra esistenza. Dobbiamo essere la generazione fame zero".

Secondo il rapporto, "un notevole abbassamento della fame e' stato raggiunto in Asia orientale e progressi molti veloci vi sono stati in America Latina e nei Caraibi, nel sud-est asiatico e nell'Asia centrale". L'Africa sub-sahariana e' la regione con la piu' alta prevalenza di denutrizione al mondo, il 23,2% della popolazione, vale a dire quasi una persona su quattro. (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news