30 ottobre 2023 ore: 11:56
Disabilità

Disabilità, gli appuntamenti da non perdere al Festival bolognese Gender Bender

Si parlerà anche di sessualità e affettività delle persone disabili all’interno della manifestazione che da 20 anni intercetta gli immaginari culturali e artistici legati al corpo e al genere. In mostra gli scatti di Blubanana Studio sul percorso teatrale organizzato dalla cooperativa Accaparlante e la compagnia Gruppo Elettrogeno
@Blubanana Studio Un momento del percorso teatrale organizzato dalla cooperativa Accaparlante e la compagnia Gruppo Elettrogeno

ROMA – Può il corpo delle persone con disabilità concepirsi come desiderante e desiderato e non solo destinatario di cure e di assistenza? Anche di questo si parlerà all’interno di Gender Bender, il festival internazionale che da 20 anni si svolge a Bologna e che intercetta gli immaginari culturali e artistici legati al corpo e al genere. Due, in particolare, gli appuntamenti da tenere d’occhio: da giovedì 2 a domenica 5 novembre Gender Bender 2023 ospita A corpo libero. Esplorazioni sul desiderio, mostra fotografica su affettività e sessualità a cura della cooperativa Accaparlante, Gruppo Elettrogeno e Blubanana Studio, in collaborazione con Parsec, presso CostArena (via Azzo Gardino, 48 Bologna) tutti i giorni, dalle ore 16 alle ore 20.30, a ingresso libero. La mostra nasce dall’incontro della compagnia teatrale Gruppo Elettrogeno con gli educatori e gli animatori con disabilità del Progetto Calamaio di Accaparlante, durante la realizzazione di un percorso teatrale sui temi dell’affettività e della sessualità rivolto agli educatori e ai colleghi con disabilità del gruppo, condotto dalla regista Martina Palmieri e con il contributo delle attrici e degli attori non vedenti, vedenti e ipovedenti della compagnia. A partire dalla forma artistica è sorta la necessità di riattraversare e rileggere il materiale emerso durante il percorso, in particolare attraverso lo sguardo di Blubanana Studio, le cui immagini saranno al centro della mostra-installazione

Giovedì 2 novembre, invece, dalle ore 18 alle 20, il talk Racconto a più corpi sarà l’occasione per confrontarsi sul tema dell’accesso libero e consapevole all’affettività e sessualità per tutte e tutti. L’appuntamento è a cura di coop Accaparlante, presso la Sala conferenze del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna (via Don Minzoni 14). Durante l’iniziativa sarà proiettato anche un video-documentario a cura di Blubanana Studio che riattraversa il materiale emerso durante il percorso a restituzione e ampliamento dell’esperienza. Intervengono al seminario: Maximiliano Ulivieri (presidente Comitato Lovegiver), Anna Pierobon (operatruce all’emotività, all’affettività e alla sessualità del  Comitato Lovegiver), Martina Palmieri (regista di Gruppo Elettrogeno), Sandra Negri e Andrea Mezzetti (coordinatrice gruppo educativo e animatore Coop. Accaparlante). Modera Valeria Alpi (giornalista).

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news