8 aprile 2021 ore: 15:29
Disabilità

Disabilità, i dieci anni della fondazione Tog

È nata a Milano per offrire percorsi di riabilitazione e inclusione a bambini con patologie neurologiche complesse. La nuova sfida: una sede più grande e funzionale, con il sostegno di tutti tramite una campagna di raccolta fondi
Mani di adulti e bambini, welfare, famiglia - SITO NUOVO

MILANO – Compie 10 anni la Fondazione “Tog – Togheter To Go”, nata per offrire ai bambini con disabilità (e alle loro famiglie) un luogo in cui persone esperte li aiutino e li accompagnino nel loro percorso di crescita e inclusione nella società. In particolare la Fondazione Tog si prende cura dei piccoli pazienti con malattie neurologiche complesse nel suo Centro di viale Famagosta a Milano, con percorsi personalizzati di riabilitazione neurocognitiva. L'obiettivo ora è quello di dotarsi di una nuova sede, più grande e funzionale. E sorgerà in via Livigno, in un edificio comunale che ospitava le docce. La riqualificazione dell’immobile porterà alla nascita della “Città della Fragilità” in cui verranno trasferite tutte le attività del Centro, ampliando gli spazi a disposizione e potenziando i servizi per i bambini.

La Fondazione Tog potrà così accogliere fino a 200 bambini con patologie neurologiche complesse provenienti da tutto il Nord Italia: ognuno sarà seguito gratuitamente grazie a una riabilitazione neuro cognitiva personalizzata in base alla necessità e ai tempi di vita. Tog lavorerà inoltre per favorire l’inserimento scolastico dei piccoli pazienti, mentre i ragazzi più grandi saranno aiutati nell’avviamento al lavoro e alla vita indipendente grazie a laboratori dedicati all’acquisizione e al perfezionamento di abilità professionali.

Oltre alla prosecuzione di tutte le attività già proposte nel Centro di Eccellenza attualmente in uso (fisiochinesiterapia, psicomotricità, logopedia, musicoterapia, terapia neuro-cognitiva, terapia della comunicazione), la tipologia di interventi offerti sarà ampliata grazie alla realizzazione di una piscina, un laboratorio per la fabbricazione digitale di ausili e oggetti di uso quotidiano, un’area di intervento con alta tecnologia (come il sistema di eye tracking, che decodifica il movimento oculare anche in caso di alterata postura della testa), ambulatori di visita dedicati a specifici disturbi (ortopedici, alimentativi, gastroenterologici, ecc.) associati alla patologia neurologica complessa. Per realizzare questo progetto la Fondazione Tog ha lanciato una campagna di raccolta fondi: fino al 19 aprile 2021 è possibile contribuire tramite sms o chiamando il numero solidale 45583.

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news

in calendario