4 novembre 2014 ore: 11:52
Disabilità

Disabilità, la "giornata più calda": Fish solidale con Comitato 16 novembre

Mentre si prepara per l’incontro con il ministro Poletti, la Federazione esprime “piena solidarietà” al Comitato che in queste ore sta presidiando il Mef. “Ci auguriamo risultati tangibili dalle nostre azioni combinate. Ma il percorso non di concluderà oggi”
4.11.2014. (Comitato16novembre) manifestanti1

(Roma, 4.11.2014). La manifestazione del Comitato 16 novembre davanti al ministero dell'Economia

Roma, il presidio sotto il ministero dell’Economia del Comitato 16 novembre
4.11.2014. (Comitato16novembre) manifestanti1

ROMA – “Una solidarietà piena, visto che obiettivi e preoccupazioni son i medesimi”: è quella che la Fish (Federazione italiana superamento handicap” fa giungere in queste ore al Comitato 16 novembre, riunito in presidio sotto il Ministero delle Finanze, per protestare contro il taglio di 100 milioni di euro previsto dalla legge di stabilità per il fondo non autosufficienza. La Fish, invece, ha scelto di accogliere l’invito del ministro Poletti, che nei giorni scorsi aveva fatto pervenire l’invito anche Fand e Comitato. ““Un incontro che abbiamo sollecitato nel corso di due settimane piuttosto intense in cui Fish ha tentato di sensibilizzare diversi interlocutori politici e parlamentari – spiega Vincenzo Falabella, presidente della Fish - Ascolteremo il Ministro sia sul Fondo che su altri temi che riguardano direttamente le politiche per la disabilità”. 

Al contrario, il Comitato 16 novembre ha declinato l’invito, confermando l’appuntamento in piazza, perché “preferisce incontrare Poletti ma anche Lorenzin, Padoan e lo stesso Renzi a via XX settembre”, spiega la Fish. “Ascoltare e mantenere aperto il confronto, raccogliere segnali favorevoli da cui ripartire per raggiungere ulteriori traguardi nel corso della discussione della legge di stabilità – conclude la Federazione - questo è l’obiettivo immediato di Fish, che vedrà quindi successive ulteriori azioni”. 

© Copyright Redattore Sociale