29 luglio 2020 ore: 13:57
Disabilità

Disabilità, una cena in Parlamento per promuovere l’inclusione

di Alice Facchini
Mercoledi 29 luglio i ragazzi di PizzAut, il Tortellante e la banda Rulli Frulli, che si occupano di inserimento lavorativo di persone disabili, approderanno davanti alla Camera dei deputati per distribuire pizza e tortellini espressi, con musica dal vivo suonata con strumenti fatti di materiali riciclati
PizzAut inclusione pizza disabili

ROMA – Pizza, tortellini e musica davanti la Camera dei deputati, per promuovere l’inclusione lavorativa delle persone disabili. È l’appuntamento di stasera, mercoledì 29 luglio, in piazza Montecitorio, dalle 18 alle 21, con tre importanti realtà: PizzAut (milanese), Tortellante (modenese) e Banda Rulli Frulli (di Reggio Emilia), tutte e tre impegnate nell’inserimento lavorativa di ragazzi con disabilità e autismo, che cucineranno sul momento su un food truck e un furgone attrezzati, e offriranno i piatti a chi attraversa la piazza.

L’evento prevede anche una particolare musica dal vivo, suonata con strumenti realizzati riciclando materiali usati. “Dopo la cena in Senato dello scorso anno, rilanciamo e scendiamo in piazza insieme – spiega il senatore di Italia viva Eugenio Comincini che ha partecipato all'organizzazione dell'evento –. Come legislatori, dovremmo interrogarci su cosa possiamo fare di meglio per supportare e sostenere questi percorsi innovativi”.

Alla cena parteciperanno deputati, senatori ed esponenti del governo. L’intento è quello di sensibilizzare la classe politica e valorizzare l'integrazione sociale e lavorativa di ragazzi con disabilità e autismo, che attraverso la loro formazione e l’avviamento al lavoro come pizzaioli, camerieri, pastai e musicisti, dimostrano che un percorso di integrazione è possibile.

Abbiamo bisogno di leggi che sostengano i nostri ragazzi: noi ci occupiamo delle loro abilità, che sono enormi, e loro possono dimostrare di non essere una spesa per lo stato, ma una risorsa per tutta la comunità – spiegano gli organizzatori –. Costruire le condizioni per un futuro dignitoso per questi ragazzi e le loro famiglie è una vera rivoluzione. Saranno loro i protagonisti indiscussi della serata, saranno loro a dimostrare a tutti che possono fare il lavoro vero. L’unione fa la forza e insieme non possiamo che farcela. Con attenzione e caparbietà, si può davvero cambiare una realtà che sembra immutabile, grazie alle risorse umane ancor prima che economiche”.

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news