25 settembre 2018 ore: 11:44
Immigrazione

Dl Salvini, Decaro: produrrà più irregolari, no alla chiusura dello Sprar

"Ci inquieta l'eliminazione del permesso umanitario. In assenza di rimpatri, rischiamo solamente di aumentare il numero degli irregolari. L'altro problema per noi davvero grande, per il quale chiediamo di rivedere il decreto, e' la chiusura...

ROMA - "Ci inquieta l'eliminazione del permesso umanitario. In assenza di rimpatri, rischiamo solamente di aumentare il numero degli irregolari. L'altro problema per noi davvero grande, per il quale chiediamo di rivedere il decreto, e' la chiusura dello Sprar. Mentre i Cas sono delle strutture - ex caserme, ex alberghi - che si riempiono di immigrati in un numero spropositato dove si creano delle tensioni sociali. Quasi la meta' dei comuni aderisce allo Sprar. Nell'area metropolitana di Bari, su 41 comuni, 30 accolgono. Se si chiude lo Sprar tutto sara' concentrato nel CARA di Bari, che rischia di tornare a 2.000 presenze. Non so perche' si e' deciso il taglio dello Sprar: forse per dare risposta ad alcune comunita' in cui il numero degli immigrati sara' eliminato. Ma in altri comuni come Bari, Bologna Milano il numero salira' vertiginosamente." Cosi' Antonio Decaro, presidente Anci e sindaco di Bari intervistato questa mattina al Giornale Radio Rai - Radio1. (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news