6 marzo 2018 ore: 14:39
Società

Donne, Rimini celebra l'8 marzo con la consegna delle chiavi al Centro antiviolenza

Non solo incontri, conferenze e mostre per parlare delle donne nelle diverse declinazioni. Quest'anno Rimini per la Giornata internazionale a loro dedicata, giovedi' 8 marzo, vivra' un momento particolarmente significativo: la consegna all'associazione Rompi il Silenzio delle chiavi del Centro antiviolenza...
Chiavi di casa in mano

Rimini - Non solo incontri, conferenze e mostre per parlare delle donne nelle diverse declinazioni. Quest'anno Rimini per la Giornata internazionale a loro dedicata, giovedi' 8 marzo, vivra' un momento particolarmente significativo: la consegna all'associazione Rompi il Silenzio delle chiavi del Centro antiviolenza comunale nell'edificio piccolo di Palazzo Brighenti in via Bufalini. L'immobile e' stato assegnato alla onlus a seguito di un'istruttoria pubblica e il progetto e' sostenuto da contributi regionali.

L'apertura di questa nuova sede, commenta il vicesindaco Gloria Lisi, "consentira' di ampliare il raggio di servizi di assistenza e di ascolto oltre che di potenziare l'attivita' di promozione di una cultura di educazione ai sentimenti e contro ogni forma di violenza". Diverse le iniziative organizzate in citta' per la Festa della donna, tra appuntamenti ormai tradizionali come la premiazione delle Imprenditrici e il ciclo di incontri "Parla con lei", a percorsi artistici, con esposizioni e installazioni. "Da sempre- prosegue Lisi- sosteniamo che il contrasto alla violenza di genere viaggia su un doppio binario": da una parte l'"indispensabile" rete di sostegno per le vittime; dall'altra la formazione e l'educazione". E in questo senso iniziative di approfondimento e riflessione come quelle promosse per l'8 marzo "sono utili per conoscere, informare e capire su quali aspetti e' necessario ancora lavorare. Perche' c'e' ancora tanto da fare", rimarca il vicesindaco. A Rimini, per esempio, ci sono "solo" 66 tra strade, piazze, vicoli intitolati a donne, contro gli 853 dedicati a uomini. "Si tratta di una questione apparentemente solo formale e poco rilevante, ma in realta' e' sintomatico di un diverso peso attribuito al ruolo della donna". (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news