20 febbraio 2020 ore: 14:54
Giustizia

Droghe, in carcere anche chi spaccia modiche quantità. “Risposta sbagliata”

di Eleonora Camilli
La ministra Lamorgese parla della possibilità della custodia in carcere anche per gli spacciatori recidivi trovati in possesso di piccole quantità. Insorgono le associazioni. Antigone: “La repressione non fa abbassare i consumi e aumenta la recidiva”. A Buon Diritto: “Guerra ai piccoli non porta a nulla”. Magistratura democratica: “Si deve passare dalla repressione alla cura”

Per poter accedere a questo contenuto devi avere un abbonamento attivo

VAI ALLA PAGINA ABBONAMENTI E SCOPRI TUTTE LE OFFERTE!