30 marzo 2016 ore: 17:47
Disabilità

Giornata nazionale disabilità, "stop alle discriminazioni"

"La nostra sia l'ultima generazione che vive discriminazioni per la disabilita' intellettiva". A leggere la 'Dichiarazione di Roma per la promozione ed il sostegno dell'auto-rappresentanza in Italia ed in Europa' sono Francesca Stella e Seren...
Disabile su carrozzina gira per strada

Roma - "La nostra sia l'ultima generazione che vive discriminazioni per la disabilita' intellettiva". A leggere la 'Dichiarazione di Roma per la promozione ed il sostegno dell'auto-rappresentanza in Italia ed in Europa' sono Francesca Stella e Serena Amato, due giovani disabili.

Il loro auspicio e' quello di tutti i presenti al Palazzo del Quirinale, che questa mattina, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, hanno assistito alla cerimonia per la 'Giornata Nazionale delle persone con disabilita' intellettiva'. Hanno preso parte le Federazioni Fish (Federazione Italiana Superamento Handicap) e Fand (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilita') e con le Associazioni Anffas Onlus (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilita' Intellettiva e/o Relazionale), Angsa Onlus (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) ed Aipd Onlus (Associazione Nazionale Persone Down).

Successivamente sono state rese alcune testimonianze personali e familiari: Agnese Bucciarello, affetta da sindrome di down, che nel 2012 ha effettuato uno stage presso il Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica, Sonia Zen, madre di un ragazzo con disabilita' intellettiva grave, e Clara Sereni, scrittrice, madre di un ragazzo disabile. Gabriele Naretto, ragazzo autistico e ipovedente, ha eseguito al pianoforte due brani musicali di George Gershwin.

Erano presenti anche il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli, con la campionessa down di atletica leggera Nicole Orlando e altri atleti paralimpici. Inoltre i Presidenti delle Associazioni maggiormente rappresentative a livello nazionale delle disabilita' intellettive.

"La nostra voce arrivi il piu' lontano possibile", hanno detto ancora Francesca e Serena", perche' "i nostri diritti sono spesso negati".

(DIRE)

© Copyright Redattore Sociale