9 maggio 2018 ore: 17:14
Giustizia

"Corri contro la violenza": la maratona del 27 maggio a Napoli

Si intitola "Corri contro la violenza" la maratona breve di 5 chilometri organizzata dall'Associazione ARTUR e promossa insieme a Universita' Parthenope, Comune di Napoli, Regione Campania e Coni. La manifestazione si terra' il prossimo 27 maggio co...

Si intitola "Corri contro la violenza" la maratona breve di 5 chilometri organizzata dall'Associazione ARTUR e promossa insieme a Universita' Parthenope, Comune di Napoli, Regione Campania e Coni. La manifestazione si terra' il prossimo 27 maggio con partenza prevista alle 9 da piazza del Plebiscito a Napoli. Un evento che vedra' la presenza delle scuole, dei centri di promozione sportiva, degli atleti (professionisti ed amatoriali) e dei cittadini di ogni eta'. "La corsa - spiega Maria Luisa Iavarone, madre di Arturo, il ragazzo accoltellato in strada da una baby gang, e fondatrice dell'associazione ARTUR - costituisce uno strumento simbolico di contrasto alla violenza. Se si intende affrontare rigorosamente questo problema bisogna procedere tutti assieme, nella medesima direzione, allenandosi con impegno, assumendo un traguardo comune.

L'evento e' sostenuto oltre che dalle istituzioni del territorio anche da numerosi sponsor che hanno generosamente offerto strumenti e attrezzature di gara. Vogliamo ringraziare, inoltre, i tanti testimonial del mondo dello sport, dello spettacolo e della cultura, che hanno generosamente contributo a diffondere l'evento e ad essere presenti il 27 maggio". Per quanto riguarda gli sponsor, la Societa' Sportiva Calcio Napoli si e' offerta di far ricevere ai primi 3 classificati della maratona, una maglia autografata da tutta la squadra azzurra. L'associazione ARTUR (acronimo di Adulti Responsabili per un Territorio Unito contro il Rischio) e' nata in seguito alla tragica esperienza vissuta da Arturo, il giovane studente accoltellato in Via Foria lo scorso dicembre, e sta facendo del tema della responsabilita' educativa adulta, quale fattore di prevenzione del rischio e della violenza, un perno centrale. Tra i testimonial che hanno aderito alla manifestazione ci sono Massimiliano Rosolino, Davide Tizzano, Patrizio Oliva, Gianni Maddaloni, Monica Sarnelli, Diego de Silva, Maurizio De Giovanni, Marco Zurzolo, Peppe Iodice, Edoardo Bennato, AmaryusPe'rez, Paola Saluzzi, Michele Placido, Mario Forlenza, Veronica Maya, Pino Maddaloni, Myrta Merlino e Tiberio Timperi. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale