20 febbraio 2018 ore: 13:00
Immigrazione

Migranti, Decaro: i sindaci non facciano gli imprenditori della paura

"Noi sindaci non ci possiamo trasformare in imprenditori della paura, noi costruiamo storie di convivenza, di regole condivise, di integrazione". Così il presidente dell'Anci, Antonio Decaro, intervenendo alla conferenza degli operatori Sprar a Roma. "Il governo non lasci soli i sindaci"

"Noi sindaci non ci possiamo trasformare in imprenditori della paura, noi costruiamo storie di convivenza, di regole condivise, di integrazione". Cosi' il presidente dell'Anci, Antonio Decaro, intervenendo alla conferenza degli operatori Sprar a Roma.

"Come sindaci non faremo venir meno il nostro impegno" nell'accoglienza dei profughi, "ma non possiamo essere lasciati soli, lo diciamo al governo. È impensabile che questo fenomeno sia lasciato sule spalle di alcuni sindaci di frontiera ed e' anche ingiusto. Chi arriva in Italia lo fa per necessita' e non merita di crescere in un clima ostile, di violenza e discriminazione", prosegue il presidente Decaro. "Un sindaco puo' perdere consenso ma non deve mai perdere la propria umanita'"

"In Italia ci sono 11 mila operatori e operatrici che lavorano nella rete Sprar con grande professionalita' e impegno in una difficile trincea". Qui in sala, conclude, c'e' la "fotografia di un paese che lavora, accoglie, guarda al futuro e non si fa intimidire dai proiettili di Macerata". (DIRE)