18 marzo 2022 ore: 10:00
Ambiente

E' la giornata mondiale del riciclo: "Economia circolare essenziale per il benessere"

In occasione della terza edizione della Giornata mondiale del riciclo 2022 gli operatori dell'usato riuniti in Rete Onu mettono in risalto la necessità di favorire il riutilizzo. Il portavoce Giuliani: "In Italia mancano serie politiche a sostegno delle pratiche del riuso"
ROMA -  “Celebriamo oggi un evento importante, che sottolinea a tutti l'importanza del mondo dell'economia circolare, fondamentale per il benessere dell'ambiente e quindi di ciascuno di noi”. Così Alessandro Stillo, presidente di Rete ONU (Rete Nazionale degli Operatori dell'Usato) commenta la terza edizione della Giornata Mondiale del Riciclo che si celebra oggi in tutto il mondo. La ricorrenza è stata istituita nel 2018 dalla Global Recycling Foundation per promuovere e sensibilizzare la popolazione, le imprese e i governi a proposito dell’importanza della raccolta differenziata e del riciclo, poiché queste pratiche aiutano a non sprecare risorse e sono fondamentali per la salvaguardia del nostro pianeta. “Ben vengano giornate di questo tipo -  afferma Alessandro Giuliani, portavoce di Rete ONU -  in molti paesi come il nostro mancano delle serie politiche a sostegno delle pratiche del riuso, fondamentali invece per un approccio di sostenibilità ambientale e per uno sguardo consapevole sul futuro”. 
 
“In questa giornata in cui si pone l'attenzione al riciclo ci auguriamo – osservano Stillo e Giuliani – che le aziende di igiene urbana e i Comuni abbandonino le loro resistenze all'avvio di start up di raccolte differenziate finalizzate alla preparazione per il riutilizzo”; in Italia non esistono infatti ancora tali impianti. “Speriamo – concludono – che il miliardo e mezzo di euro per la realizzazione di nuovi impianti di gestione dei rifiuti e l’ammodernamento degli impianti esistenti e i 600 milioni di euro per la realizzazione di progetti faro di economia circolare per filiere industriali strategiche - stanziato dal PNRR con i decreti pubblicati nel febbraio 2022 – permettano l'aprirsi di un periodo di innovazione e sviluppo serio sul tema del riuso e che agli stanziamenti economici facciano seguito politiche pubbliche e norme specifiche che favoriscano e promuovano il riutilizzo".
© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news