14 maggio 2014 ore: 11:25
Ambiente

Ecologiche, originali e colorate: le scarpe nate dalla spazzatura

Trasformare i rifiuti abbandonati sulle spiagge in scarpe alla moda. È questa l'ultima frontiera del riciclo utile e creativo, idea nata grazie ad un gruppo di ragazzi inglesi. Ma non è l’unico esempio di calzature che rispettano l’ambiente, in Italia c’è la scarpa di carta "Cartina la ballerina"
Rubbishshoes - scarpe spazzatura
Rubbishshoes - scarpe spazzatura

ROMA - Colorate, originali ed ecologiche. Sono le scarpe del progetto Everything is rubbish, tutto è spazzatura, realizzate con i materiali di scarto raccolti dall’immondizia. L’idea, utile e creativa, nasce da un gruppo di ragazzi inglesi, Charles Duffy, William Gubbins e Billy Turvey che hanno voluto attirare l'attenzione sull'enorme quantità di rifiuti, non biodegradabili, che ogni giorno raggiungono le discariche e gli oceani, ed hanno iniziato a raccogliere la plastica abbandonata sulle spiagge del Regno Unito. A raccontare il progetto è un articolo di Marta Albè pubblicato nel sito GreenMe.it.

Un accumulo continuo di oggetti da recuperare. I materiali sintetici con cui normalmente le scarpe sportive vengono fabbricate richiedono secoli per decomporsi, la convinzione alla base del progetto, si legge nell’articolo, è che “qualunque cosa può trovare una nuova vita e ritorna utile, compresi quei materiali e quegli imballaggi che gettiamo tra i rifiuti per abitudine, quasi senza pensarci”. In un video i tre ragazzi raccontano tutti i passaggi della realizzazione della scarpa: dalla raccolta degli oggetti, alla pulizia (naturalmente la spazzatura viene disinfettata), l’uso del forno, la montatura, l’applicazione della suola, le cuciture a mano ecc.. Un prodotto artigianale e artistico che mescola tappi di bottiglia, bicchieri, contenitori, corde in plastica, che usciti dalla cottura del forno si trasformano in un unico materiale dalla fantasia e dalle colorazioni vivaci. 

 

"Cartina la ballerina"
Cartina la ballerina - scarpa di carta

Le “ballerine” di carta. Per ora i ragazzi stanno mettendo a punto il progetto, pertanto le scarpe non sono ancora in vendita. Le scarpe spazzatura, non sono l’unico esempio di calzature realizzate dal riciclo dei rifiuti, nel nostro paese esiste “Cartina la ballerina” una scarpa di carta speciale, impermeabile traspirante e riciclabile, indirizzata a tutte le ragazze che vogliono affiancare al piacere della moda, il rispetto dell’ambiente. Proprietario del marchio è l’Igb (Italian global service) di Camigliano (Lu) che ha sfruttato gli scarti per realizzare quest'originale ballerina  “made in Italy” elegante, personalizzabile ma soprattutto ecologica. (slup)

 

© Copyright Redattore Sociale